Prima Pagina | Lo Sport | Con 14 medaglie, gli Esordienti della Chimera Nuoto dominano i campionati regionali 8 ori, 2 argenti e 4 bronzi: gli atleti aretini si sono confermati ai vertici del nuoto toscano

Con 14 medaglie, gli Esordienti della Chimera Nuoto dominano i campionati regionali 8 ori, 2 argenti e 4 bronzi: gli atleti aretini si sono confermati ai vertici del nuoto toscano

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Con 14 medaglie, gli Esordienti della Chimera Nuoto dominano i campionati regionali  8 ori, 2 argenti e 4 bronzi: gli atleti aretini si sono confermati ai vertici del nuoto toscano

Straordinarie Bindi, Camisa, Giomarelli e Serafini, vincitrici di 4 medaglie a testa

 

 

AREZZO – Non hanno freni gli Esordienti B della Chimera Nuoto, capaci di dominare le finali dei campionati toscani e di tornare ad Arezzo con ben 8 ori, 2 argenti e 4 bronzi. Allenati da Elisabetta Alessandrini e Lorenzo Batti, nelle piscine di Firenze gli Esordienti aretini (gli atleti nati tra il 2001 e il 2003) hanno dimostrato tutti i loro progressi centrando un numero eccezionale di medaglie e, soprattutto, tanti titoli regionali che hanno confermato la Chimera Nuoto tra le migliori società toscane. Gli ori portano tutti la firma di un trio di ragazze "terribili", capaci di imporsi sia nelle gare individuali che nella staffetta: Carolina Bindi ha vinto nei 200 stile libero e nei 50 rana, Eleonora Camisa nei 100 stile libero e nei 50 dorso, Francesca Giomarelli nei 100 misti e nei 50 farfalla. Gli ultimi due allori sono di squadra e arrivano dalla staffetta, con le stesse Bindi, Camisa e Giomarelli che, insieme a Chiara Serafini, hanno dettato legge nella 4x50 mista e nella 4x50 stile libero, due gare in cui la Chimera Nuoto non ha avuto rivali staccando le avversarie rispettivamente di 7 e di 8 secondi. Oltre ai primati nella staffetta, Serafini è riuscita ad aggiudicarsi altre due medaglie, ottenendo l'argento nei 100 rana e il bronzo nei 50 stile libero, mentre ad arricchire il palmares della Chimera Nuoto hanno contribuito anche Rachele Serafini (seconda nei 200 stile libero), Anne Marie Pescador (terza sia nei 100 rana che nei 50 dorso) e Leonardo Marzi, unico maschio salito sul podio con il suo terzo posto nei 100 dorso. Pur non avendo ottenuto medaglie, alle finali hanno partecipato e hanno realizzato buoni tempi anche  Sara Borghini (quarta nei 100 stile libero), Giuditta Rachini (quarta nei 200 stile libero), Stefano Calzini, Ivan Dasco, Sabrina Fadini, Gabriele Fioravanti, Rebecca Martinelli, Anita Pascucci e Roberta Rotondo. «Siamo entusiasti perché questi ottimi risultati testimoniano la bontà del lavoro portato avanti con questo gruppo - affermano i tecnici Alessandrini e Batti. - Tutti i nostri atleti sono riusciti a raggiungere piazzamenti molto positivi, mostrando grandi miglioramenti e confermandosi ai vertici della categoria. A riempirci di gioia sono soprattutto i podi nelle staffette, risultati che indicano un incremento qualitativo di tutto un gruppo: in queste gare non vince un singolo atleta, ma tutta una squadra che, per primeggiare, deve essere composta da atleti di grande valore».

            

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0