Prima Pagina | Politica società diritti | COMUNICATO MAGISTRATURA DELLA GIOSTRA DEL SARACINO

COMUNICATO MAGISTRATURA DELLA GIOSTRA DEL SARACINO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
COMUNICATO MAGISTRATURA DELLA GIOSTRA DEL SARACINO

 

La Magistratura della Giostra del Saracino, a fronte di notizie di stampa relative alla manifestazione di sabato sera, e pur nel quadro del necessario rispetto del diritto di critica da parte di chiunque, vuole con la presente ringraziare pubblicamente il Maestro di Campo e i suoi Vice e dare atto della condotta esemplare e sempre all’altezza della situazione tenuta nell’occasione, con ineccepibile applicazione del regolamento tecnico e del contenuto del protocollo siglato coi capitani dei quartieri in occasione dell’estrazione delle lance.

Rileva inoltre, non senza un certo stupore, che se le non semplici regole da applicare in vicende come quelle accadute sabato sera possono non essere note a molti, coloro che della Giostra sono i protagonisti assoluti ben dovrebbero conoscerle, il che fa apparire quantomeno stravaganti valutazioni che da esse sembrano prescindere del tutto.

Fa presente che non certo a caso la nomina del Maestro di Campo, la più alta autorità in campo, e dei suoi Vice appartiene alla competenza esclusiva della Magistratura della Giostra, che vi provvede sulla base di un rapporto di tipo fiduciario e che si fonda sulla riconosciute e apprezzate competenza e capacità delle persone fisiche individuate. Competenza e capacità che nel caso concreto sono state ampiamente riconfermate.

Fa presente altresì che non certo a caso tale nomina è del tutto svincolata da determinazioni e umoralità dei quartieri, troppo spesso variabili della bontà dei risultati ottenuti in Giostra. E che pertanto qualsiasi pretesa di influirvi, sulla nomina, in qualsiasi modo non può essere letta se non come maldestro tentativo di arrogarsi poteri che non competono, con modalità peraltro così goffe da manifestarne la chiara direzione a contenere il malcontento di molti.

Nell’auspicare quindi il necessario abbassamento dei toni della polemica che si sta notando essere pericolosamente avviata su binari di una becera scompostezza, si rappresenta che appare francamente ingeneroso, diseducativo oltrechè poco sportivo e tutt’altro che conforme a spirito cavalleresco, cercare di girare gratuitamente su terzi responsabilità proprie per risultati evidentemente non conformi alle aspettative.

 

Il Primo Magistrato

                                                Giovanni Fruganti

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0