Prima Pagina | Politica società diritti | La giunta Fanfani ha perso

La giunta Fanfani ha perso

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font

 

“La giunta fanfani ha perso. Ha perso nel momento in cui il Sindaco, che in quanto tale dovrebbe essere il garante di tutti i cittadini, si è posto al contrario sopra tutti ed ha deciso arbitrariamente di alzare il livello dello scontro con le RSU del Comune di Arezzo. Totale assenza di buon senso di un'amministrazione comunale che ha perso il limite e la misura.” A dichiararlo è il consigliere comunale Pdl Roberto Bardelli.

“Non si era mai visto – afferma Bardelli - uno stato di agitazione dei dipendenti protrattosi così a lungo, neanche ai tempi delle amministrazioni di centrodestra. Peccato che non si possa fare un sondaggio sulla popolarità del Sindaco fra i dipendenti comunali, sarebbe una disfatta per il nostro primo cittadino.”

“La Giunta Fanfani – dice Bardelli - ha perso la faccia nel momento in cui, invece di trovare la soluzione ai problemi posti sul tappeto dalle RSU, ha tentato in maniera maldestra di ricorrere ad escamotage improvvisati. E così le castagne dal fuoco le toglieranno i volontari dei Quartieri, i veri eroi di questa Giostra, assieme a Polizia e Carabinieri, che invece di svolgere il normale compito di tutela dell'ordine pubblico saranno costretti ad improvvisarsi amministratori di una città priva di amministrazione.”

“Il sindaco Fanfani – prosegue il consigliere comunale - ha perso la sfida contro il Buratto perché non è sceso nella lizza ad affrontare i problemi ma si è rifugiato fra le tribune. Ha preferito fare della demagogia facile e cavalcare il vecchio adagio per cui i dipendenti comunali 'sono dei privilegiati e dei vagabondi'. Lui i soldi per la produttività tanto vituperata glieli avrebbe pure dati, ma sono loro che non capiscono e che non li vogliono...”

“E così – dice ancora Bardelli - come annunciato da tempo, lo sciopero dei dipendenti comunali è cominciato. Tutto per responsabilità di un Sindaco e di una Giunta che esercitano il potere in un modo tale che io, semplice consigliere comunale, trovo assurdo e impossibile da condividere.”

“Da appassionato di Giostra però – conclude Bardelli - devo e voglio ringraziare tutti i dipendenti comunali che in queste settimane hanno lavorato sodo anche sotto il sole di questi giorni in Piazza Grande, a montare tutto il necessario perché si potesse fare il Saracino. Loro sì davvero "senza se e senza ma". Grazie agli operatori della Manutenzione del Comune di Arezzo, ai tecnici, agli impiegati e ai funzionari, che non si sono mai tirati indietro, affinché la manifestazione più bella di Arezzo si potesse fare.Grazie a tutti i Quartieristi, che hanno dimostrato ancora una volta di amare senza condizioni la Città e la Giostra, e non si sono tirati indietro nel momento del bisogno. Grazie a tutti coloro che lavorano dietro le quinte, in silenzio, e che non cercano mai la ribalta facile. Infine un grazie sincero ai dipendenti dell'Ufficio Giostra del Saracino, che ho sempre visto al loro posto e che hanno anteposto l'interesse pubblico ai propri sacrosanti diritti di lavoratori e che questa Amministrazione evidentemente non sa più minimamente apprezzare.”

ROBERTO BARDELLI 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0