Prima Pagina | Territori | Il PD e la Maggioranza non vogliono parlar di Responsabilità Politica

Il PD e la Maggioranza non vogliono parlar di Responsabilità Politica

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il PD e la Maggioranza  non vogliono parlar di Responsabilità Politica

 

In Paese tutti sanno, tutti hanno capito e già declinato i vati tipi di Responsabilità. Fuori dal Paese ci guardano increduli,  perché a Castiglion Fiorentino governa ancora chi ha  dissestato un Partito,  il Comune e l’intera Comunità.

A Castiglion Fiorentino Paolo Brandi ha occupato il PD, per questo è nata Area Democratica, un’area critica che da mesi lotta per un congresso, per una nuova idea di partito e per un governo democratico.  Basta con un Pd personale, dove si confondono volutamente piano personale e piano politico, piano legale e piano  politico.

A tutt’oggi il Partito Democratico di Castiglion Fiorentino, non vuole assumersi la Responsabilità Politica di quanto accaduto e non vuole chiedere scusa ai Castiglionesi. 

Non è un caso che si voglia fare una Commissione sul dissesto, magari per fare di Brandi una vittima delle circostanze:  dei tecnici, dei Revisori dei Conti, dei Funzionari,  degli Ingegneri o della stessa Corte dei Corti.

Fa tristezza che a Castiglioni, Aurilio e Bittoni, vogliano continuare a discutere di questa vicenda nei termini:   buoni e cattivi,   giustizialista  e spirito di appartenenza, “ cose buone fatte” e macchina amministrativa che non ha funzionato.

Il Segretario Aurilio, eletto senza un Congresso per paura di troppa democrazia, allarga il dibattito con una  telefonata a Brandi e subito si convince  di parlare  a nome del Partito che non ha riunito.

Di quale verità, di quale Responsabilità deve occuparsi il Sindaco Bittoni e la sua Amministrazione? Quali “cause strutturali” cercherà la sua Commissione? Le Responsabilità contabili, sono già indagate dagli organi competenti, per accertare anche i diversi livelli di Responsabilità.  Quindi una Commissione per rifare una verginità a chi?  Le scelte politiche ed economiche che hanno portato un Bilancio di  9.000.000,00 ad un Dissesto di 9.000.000,00…  hanno un Unico Responsabile Politico.

E di quale Responsabilità  vuole occuparsi Aurilio, Segretario di un Partito che si dice Democratico, se non di quella politica?  Le Responsabilità Politiche sono evidenti e sono del Capitano. In termini calcistici, quando un Allenatore perde, magari perché i giocatori stanno fuori la notte, la Responsabilità di non essere arrivati ai quarti di finale, è dell’Allenatore.  

Questa ammissione chiediamo da mesi a Brandi e al Partito, non l’hanno fatto e non lo faranno.  E non hanno mai chiesto scusa ai cittadini di Castiglion Fiorentino.

Il fatto che il PD di Castiglioni, non abbia vigilato,  preteso trasparenza e più democrazia è  invece responsabilità di noi tutti.

Chiedere scusa,  cambiare per migliorare, dovrebbe essere la norma di un Partito Riformista. Noi l’abbiamo fatto e  in molti ci hanno seguito.

Per tutti questi motivi, abbiamo concordato con la Lista Cittadini Uniti per il Bene Comune di non partecipare alla tardiva Commissione sul dissesto, perché non andrebbe a verificare Responsabilità Politiche accertate e mai ammesse. Con questa Commissione  si vuole  spostare  la causa del problema, altrove.

Nella continua ricerca di un’indipendenza che non c’è,  sarebbero più credibili se,  per cominciare, avessero accettato la proposta di istituire una  Commissione di verifica e studio sull’Ente Serristori, o  semplicemente il criterio che nei Consigli di Amministrazione del Serristori, dell’ICEC e di Castiglioni INNOVA  non  possa essere nominato chi ha ricevuto atto di messa in mora  da parte della Corte dei Conti o del Comune.

Castiglion Fiorentino, 21.06.2012

Ufficio Stampa -  Area Democratica  

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0