Prima Pagina | Cronaca | Esami di maturità. Seconda prova scritta

Esami di maturità. Seconda prova scritta

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Esami di maturità. Seconda prova scritta

Già pubblicate sul sito del Ministero della Pubblica Istruzione le tracce delle prove. Per la versione di greco al classico è stato scelto Aristotele: "Non il caso ma la finalità regna nelle opere della natura". E' questo, secondo quanto si è appreso, il passo di Aristotele oggetto della prova di greco al liceo classico.

Quesiti di geometria analitica e un'applicazione del teorema di Lagrange per il secondo scritto al liceo Scientifico Tradizionale. Il primo problema dello scientifico tradizionale - conferma Skuola.net - è un problema di sola analisi; il secondo invece contiene molte richieste di geometria analitica e sembra più difficile, se non altro per i calcoli. I quesiti sono abbastanza variegati: il quinto è un Problema sul Principio di Induzione, molto complesso. L'ottavo è un'applicazione del teorema di Lagrange. Il Nono è una domanda "storica". Nel complesso, secondo l'esperto del portale, un ricercatore di matematica all'Università di Potenza, la seconda prova di matematica allo scientifico tradizionale è fattibile, anche se con qualche richiesta più complessa delle altre. 

Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando, eventualmente, anche i laboratori dell'istituto. Naturalmente restano validi anche oggi i divieti all'uso di telefonini, palmari pc e affini. In classe saranno ammessi soltanto, come da tradizione, dizionari di lingua e calcolatrici non programmabili.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0