Prima Pagina | Arte e cultura | Un opera d’arte della città di Arezzo, chiamata a rappresentare l’Italia a Washington, nell’anno dedicato alla cultura italiana

Un opera d’arte della città di Arezzo, chiamata a rappresentare l’Italia a Washington, nell’anno dedicato alla cultura italiana

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Un opera d’arte della città di Arezzo, chiamata a rappresentare l’Italia a Washington, nell’anno dedicato alla cultura italiana

In discussione la possibilità di esporre  a Washington il Crocefisso ligneo del Cimabue,  conservato nella chiesa di San Domenico. Renato Miracco, addetto culturale dell’Ambasciata italiana in USA, sarà domani ad Arezzo per incontrarsi con l'Arcivescovo Fontana, con il Sindaco Fanfani e l’assessore alla cultura l’assessore Macrì, quindi con il Soprintendente Bureca. 

Se le autorità aretine accetteranno, il crocifisso di Cimabue sarà portato a Washington con un aereo appositamente attrezzato e con l’assistenza del Presidente del Consiglio dei ministri, che si farà carico di ogni accorgimento necessario. Il progetto prevede infatti che il Cimabue sia accompagnato in terra nord americana dal Presidente del Consiglio Monti, dal ministro degli esteri Terzi, dal Sindaco Fanfani e dall'Arcivescovo Fontana, ma anche da un congruo numero di imprenditori aretini che avranno l'opportunità di incontrare rappresentanze di colleghi d'oltreoceano. 

Il 16 marzo scorso, nel suo primo incontro con la stampa presso il Consolato Generale di New York, l'ambasciatore italiano in USA, Claudio Bisogniero,  ha comunicato l'iniziativa a cui sta dando grande impulso il Governo italiano ed in particolare il Ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata. Lo stesso presidente degli Stati Uniti, Obama, ha sottolineato il ruolo vitale dell'italia nel mondo e non solo in ambito culturale: “Siamo convinti dei valori comuni che uniscono l’Italia con gli USA".  Le singole iniziative sono in fase di definizione e le particolari manifestazioni non possono ancora essere annunciate, ma è importante dire che non saranno solo il frutto di un impegno istituzionale.

Macrì: “Cimabue negli Usa, sarà una occasione storica per la promozione di Arezzo. Un evento eccezionale collocato nell’ambito dell’Anno della cultura 2013, annunciato dal Ministro Terzi in occasione della sua visita a Washington insieme al Presidente Monti – sottolinea l’assessore Pasquale Macrì. Un evento internazionale di alto livello che per Arezzo rappresenterebbe un grande riconoscimento: dagli Stati Uniti sono state richieste solo due opere d’arte e una è il Crocefisso di Cimabue”.

Il diplomatico illustrerà domani il progetto per il 2013 e le ragioni della scelta dell’opera. L’Amministrazione comunale ha già evidenziato all’ambasciata italiana a Washington la sua disponibilità a collaborare, per quanto di sua competenza, affinchè il Governo italiano dia il suo parere positivo all’esposizione del Crocefisso negli Usa.

Siamo di fronte a un’occasione irripetibile che offre ad Arezzo due eccezionali opportunità – commenta Macrì. La prima è di legare, negli Stati Uniti, la cultura italiana alla nostra città. Gli eventi programmati in occasione dell’Anno della Cultura avranno formidabili riflessi mediatici in America e noi saremo sotto la luce dei riflettori. Essere stati scelti per rappresentare l’Italia è una gratificazione ma soprattutto un “treno promozionale” che non può essere assolutamente perduto. Siamo orgogliosi che negli Stati Uniti si sia pensato ad Arezzo e ora è necessaria la collaborazione di tutti affinchè il Crocefisso del Cimabue possa diventare, nel 2013, ambasciatore della cultura italiana e della città di Arezzo negli Stati Uniti e quindi nel mondo. In città è costante il dibattito sul futuro del turismo e della promozione della città. Ebbene, adesso siamo di fronte ad un’occasione che difficilmente si ripresenterà e che è in grado di dare una risposta immediata e concreta alle molte domande che fino ad oggi tutti si sono posti”.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0