Prima Pagina | L'opinione | Ancora una volta c'han tutti da fare i cavoli propri...

Ancora una volta c'han tutti da fare i cavoli propri...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ancora una volta c'han tutti da fare i cavoli propri...

Il Consiglio Comunale è stato protratto fino alle15:30 senza interruzioni. Per volere solo di alcuni tutta l'aula si deve adattare a pranzare a tale ora perché, siccome si preventiva già che nel pomeriggio non ci saranno i consiglieri necessari a mantenere il numero legale, allora la "discussione" si protrae per mettere al sicuro gli atti di giunta.

Io mi domando: poiché sappiamo con un certo anticipo che in quel giorno ci sarà il Consiglio Comunale, ognuno non può organizzarsi in maniera da rimanere in aula fin tanto quanto sia necessario per compiere il proprio dovere? Personalmente ho presentato un atto di indirizzo a marzo e neanche oggi sono riuscito a discuterlo.

C'é un'intera città bloccata perché i consiglieri c'hanno da fare i fatti loro nel pomeriggio! Siamo stati eletti per amministrare full time, non part-time. Già che il consiglio c'é una sola volta al mese. Andando avanti di questo passo non riusciremo mai a far progredire questa città.

Se solo per alcuni, tutto il consesso deve smettere di lavorare, mi domando se questa é democrazia...

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0