Prima Pagina | Politica società diritti | Lettera aperta ai sindaci della provincia di Arezzo

Lettera aperta ai sindaci della provincia di Arezzo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Lettera aperta ai sindaci della provincia di Arezzo

Alla Cortese Attenzione dei Sindaci della Provincia di Arezzo

 

 

 

 

 

 

Gent.mo Sindaco,

 

sulla base dell’esperienza acquisita in occasione del terremoto dell’Aquila, la Provincia e la Consulta del Volontariato per la protezione Civile hanno lanciato una raccolta di fondi a sostegno  dei paesi  colpiti da questa nuova calamità.

Il problema che si manifesta in queste circostanze non si limita ai primi giorni dall’evento, quando tutti i riflettori sono accesi, ma si protrae nel tempo quando gran parte dell’interesse si riduce e non c’è più nessuno disposto a portare gli aiuti necessari. È proprio su questa fase che, per esperienze acquisite, è necessario concentrare gli sforzi e provare a realizzare qualche cosa che possa essere di supporto alla popolazione.

Questo è stato fatto in tante occasioni tra cui si ricordano quelle più recenti dei terremoti in Abruzzo ed in Umbria, per non dimenticare il maremoto in India, l’alluvione a Rocchetta Tanaro e quella di Fiorano e Salerano Canavese.

Anche questa volta vorremmo unificare gli sforzi di tutti i cittadini e delle Associazioni della nostra provincia con lo scopo di realizzare un progetto ben definito e limitato ad un piccolo paese (San Possidonio, l'attuale sede del campo Toscano della Protezione Civile, dove operano i volontari aretini e le nostre maestranze, andrebbe bene) dove è più facile raggiungere lo scopo che ci prefiggiamo.

In questi giorni sono partite numerose iniziative da parte di privati ed organizzazioni varie.Al fine di non disperdere il grande impegno in numerosi rivoli che rischiano di non lasciare il segno, riteniamo utile proporre di coordinare le diverse iniziative, magari individuando insieme un obiettivo comune da perseguire.

A tal fine, ricordando che la Consulta del Volontariato ha aperto un apposito conto corrente presso la sede centrale di BancaEtruria (cod. IBAN IT90 L53 9014 1000 0000 0094 893) potete convogliare su tale conto le risorse raccolte, oppure prendere contatto con la Consulta per concordare una forma di collaborazione.

 

Cordialmente

Presidente della Consulta Provinciale

 

del Volontariato di Protezione Civile                       Presidente Provincia di Arezzo

                        Gabriele Romanini                                                    Roberto Vasai

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0