Prima Pagina | Cronaca | UItimo aggiornamento on line: siamo ormai quasi a 7 tonnellate di parmigiano ordinato...

UItimo aggiornamento on line: siamo ormai quasi a 7 tonnellate di parmigiano ordinato...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
UItimo aggiornamento on line: siamo ormai quasi a 7 tonnellate di parmigiano ordinato...

... pari a 175 forme di formaggio. A questo punto, anche solo per il grande volume e per il peso, sarà necessario un mezzo di trasporto assolutamente adeguato

La parola d’ordine è aiutare i caseifici danneggiati dal terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna e così è stato. C'è stata anzi una vera gara di solidarietà alla prima vendita del Parmigiano Reggiano, recuperato dal crollo dei magazzini di stagionatura distrutti dal terremoto e gli aretini hanno risposto in massa. Per chi volesse controllare che il proprio ordine sia stato correttamente recepito, abbiamo pubblicato la lista nella colonna di destra di questo articolo, sotto la voce allegati. 

Le foto ci hanno mostrato migliaia di forme di parmigiano cadute dalle scalere, gli scaffali alti fino a 10 metri nei magazzini di stagionatura del Parmigiano Reggiano, trecentomila forme da quaranta chili l’una. Tre milioni sono quelle che, dopo un tempo di stagionatura di minimo 12 e massimo 24 mesi, escono ogni anno dalla regione (valore circa 2 miliardi di euro)  due terzi per il mercato italiano, il resto esportato. Le forme cadute pertanto, equivalgono al 10% della produzione di un anno, e siccome costano anche 420 euro se stagionate per 24 mesi, il Consorzio del Parmigiano Reggiano stima un danno di 80 milioni di euro. In particolare è andato perso il 70% del parmigiano che ha fino a tre mesi di stagionatura, il 50% di quello fino a nove mesi e il 40% del formaggio che ha fino a dodici mesi. Il terremoto – sottolinea la Coldiretti – ha colpito duramente 13 magazzini di stagionatura del Parmigiano Reggiano DOP facendo rovinare a terra migliaia di forme ormai pronte. A questi numeri vanno aggiunte le altro centomila forme di Grana Padano nei magazzini del mantovano, pari al 2% della produzione totale. Le forme di Parmigiano salvate sono in trasferimento nei magazzini non danneggiati dopo aver fatto le verifiche di stabilità E’ possibile infatti salvarle, ricoverandole in altri depositi ma solo DELLA ZONA (come da disciplinare) alle giuste condizioni di temperatura e umidità. Quelle danneggiate si possono vendere solo a pezzi con guadagni minori. Mentre per compensare la perdita delle forme danneggiate il prezzo del Parmigiano dovrà per forza di cose aumentare.

Per pagare ripetiamo l'IBAN del conto che è: 

IT 14 P 05390 14100 000000094900

ASS.NE CULTURALE VELLUTO ROSSO - INIZ. TERREMOTO EMILIA PARMIGIANO REGGIANO

 

Sotto la voce allegati la nuova lista di acquisto con gli ultimi aggiornamenti

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0