Prima Pagina | Politica società diritti | Le dichiarazioni personali di Vasai meritano alcune precisazioni.

Le dichiarazioni personali di Vasai meritano alcune precisazioni.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Le dichiarazioni personali di Vasai meritano alcune precisazioni.

Prendiamo atto delle recenti personali dichiarazioni del Presidente della Provincia di Arezzo Vasai, che meritano un doveroso approfondimento.

 

 

 

 

 

Anche noi continuiamo a essere fedeli al programma, e ricordiamo quindi che il documento programmatico condiviso nel 2009, in sintesi si basava su questi punti:

-       abbracciare una diversa visione culturale del tema, passando dal concetto di “smaltimento dei rifiuti” a quello di “gestione del rifiuto”

-        riduzione della produzione dei rifiuti a monte con politiche di contenimento;

-        reimpiego e riciclo del rifiuto;

-        incremento della qualità e quantità della raccolta differenziata in modo da raggiungere il 65% di R.D.  entro il 2012;

-        ammodernamento tecnologico dell’impianto di termovalorizzazione di San Zeno.

Esattamente le basi di un corretto percorso verso una nuova visione sul tema rifiuti, come le amministrazioni più virtuose cominciano a fare, in modo da utilizzare diversamente le risorse per un’efficace raccolta porta a porta, creando occupazione e non puntando più in futuro su inceneritori e megadiscariche.

Detto  questo, apprezziamo molto l’affermazione di Vasai quando sottolinea come al primo posto nelle scelte debba esserci sempre la salute dei cittadini. Per questo riteniamo vada sospeso il progetto di raddoppio dell’inceneritore di San Zeno, attendendo gli esiti del progetto europeo HIA21 (ossia la VIS Valutazione di Impatto  Sanitario) utilizzando i 39 mesi previsti per incrementare seriamente la raccolta differenziata e le politiche di riduzione della produzione di rifiuti valutando alla luce dei risultati quali scelte fare.

Condividiamo anche la preoccupazione di Vasai sul grave e ingiustificabile ritardo nella raccolta differenziata. Per questo chiediamo a tutte le amministrazioni locali di accelerare le pratiche più efficaci, facendolo diventare lo strumento principale nella gestione dei rifiuti adeguandosi in tempi brevi a quanto stabiliscono le normative europee e italiane.

Infine ci pare sia più che evidente come su questo tema esistono posizioni diverse, ma come ricordato, ad oggi, l’equilibrio è rappresentato dal programma sottoscritto ed è chiaro che qualunque presa di posizione ufficiale non può spingersi oltre.  

 

 

      Coordinamento provinciale          Coordinamento provinciale

Sinistra Ecologia e Libertà Arezzo      Italia dei Valori Arezzo

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0