Prima Pagina | Lettere alla redazione | Facciamo i nomi... e anche i cognomi !

Facciamo i nomi... e anche i cognomi !

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Facciamo i nomi... e anche i cognomi !

 

 

 

Per coloro i quali fossero  attratti dai numeri e dal Gossip nostrano, vorrei porre l'accento su una serie di fatti, conditi dalle solite cifre a più zeri, alla luce dei quali sarebbe utile riflettere per cercare di capire ("capire" e non "giustificare"!) anche le posizioni assunte dei tre assessori dimissionari (in particolar modo di Colangelo). Accantoniamo, per adesso, le dietrologie politiche che sottintendono a tale scelta.
Curiosando nell'organigramma di A.I.S.A. troviamo, in veste di presidente, con Compenso lordo annuo di euro 29.207,00 , il già noto  Antonio Boncompagni ( ex presidente dimissionario della Provincia di Arezzo ) e, in veste di consiglieri con Compenso lordo annuo di euro 10.014,00, la dott.ssa Marzia Sandroni (che ha appena terminato il suo mandato di presidente della A.F.M. aretina con indennità pari a euro 20.800,00 ) e l'attuale coordinatore provinciale di CNA Maurizio Baldi (in sostituzione di Marco Meacci che, nel frattempo, è diventato coordinatore del PD); nel collegio sindacale, troviamo poi il presidente Carlo Polci con Compenso lordo annuo di euro 9.000,00 (ex presidente di Atam con 25.000 euro di indennità), il consigliere Giuseppe Marconi (ex Vice sindaco dimissionario del Comune di Arezzo) ed il consigliere Giuseppe Ciofini che si "accontentano" di un  Compenso lordo annuo di euro 6.000,00. 
Non volendo entrare nel merito delle vicende che hanno portato alle dimissioni di alcuni dei sopracitati nomi dai precedenti incarichi istituzionali, né tantomento addentrarmi nel dibattito circa i meriti posseduti da questi signori (nel quale tra l'altro, a mio avviso, sarebbe possibile dire tutto ed il contrario di tutto), non posso però fare a meno di notare che il meccanismo di nomina assomigli molto al "gioco delle tre carte": i soliti nomi passano da una poltrona all'altra con una "nonscialans" da far invidia perfino a Domenico Scilipoti nel suo periodo "mistico". 
Nostro malgrado, tali meccanismi "deviati" sembrano essere talmente ben collaudati, da apparire come strutturali ad un sistema malato ed ormai in stato terminale; se è pur vero che risultano poco credibili le reazioni a caldo dei tre "transfughi" alla notizia delle nomine (divenute forse  intollerabili perchè frutto di scelte interne al solo PD) , è altrettanto vero che tali "spartizioni" non possono essere più tollerate da una cittadinanza sempre più vessata da una pressione fiscale che non è più proporzionale alla qualità dei servizi che le nostre aziende partecipate erogano.  
Cari Politici tutti, preso atto del messaggio proveniente delle recenti elezioni amministrative ed in virtù degli evidenti segnali di malessere espressi dalla collettività riterrei opportuna, da parte vostra, una celere presa di coscienza che possa consentire anche a noi cittadini di dormire sonni tranquilli e di non doverci trovare nuovamente in una condizione di commissariamento oltre che di non dover assistere ancora a teatrini di così basso profilo, come quelli che si sono verificati all'interno del nostro consiglio comunale.

Ré Solomone disse. " Il buon nome vale più di grandi ricchezze; la stima, più che l'oro e l'argento" .   

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0