Prima Pagina | Politica società diritti | CONSIGLIO PROVINCIALE DEDICATO ALLE INTERROGAZIONI

CONSIGLIO PROVINCIALE DEDICATO ALLE INTERROGAZIONI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
CONSIGLIO PROVINCIALE DEDICATO ALLE INTERROGAZIONI

Il Presidente Roberto Vasai ha risposto sulle ripercussioni della crisi politica al Comune di Arezzo: “andiamo avanti serenamente secondo il programma presentato agli elettori”


 

Si è aperta con un minuto di silenzio per le vittime dell'attentato di Brindisi e del terremoto dell'Emilia Romagna la seduta del consiglio provinciale dedicata alle interrogazioni dei consiglieri che si è svolta questa mattina in sala dei Grandi. Sull'attentato di Brindisi il consigliere del Pdl Federico Scapecchi ha anche presentato una mozione che, visto il carattere di urgenza, è stata immediatamente posta all'ordine del giorno e, dopo alcune modifiche, approvata all'unanimità. La mozione, oltre ad esprimere la vicinanza della provincia di Arezzo ai cittadini di Brindisi ed agli studenti dell'Istituto “Francesca Laura Morvillo Falcone”, invita alla vigilanza sul rischio di infiltrazioni mafiose nel territorio aretino, stimola ad agire per diffondere tra i giovani la cultura della legalità e chiede l'intitolazione di un'aula negli istituti scolastici con sede nel territorio provinciale a Melissa Bassi, vittima dell'attentato.

Si è poi passati alle interrogazioni, aperte dal capogruppo dell'Udc Simone Palazzo che ha reiterato una segnalazione proveniente dai cittadini di Castiglion Fibocchi sulla presenza di automezzi che recano targhe non toscane nei pressi della locale discarica ed ha chiesto notizie su una mini centrale a biomasse che starebbe per sorgere nei pressi di Rigutino, richiesta alla quale si è associato il capogruppo del Pdl Lucia Tanti mentre il tema delle biomasse è stato sollevato anche dal consigliere Francesco Lucacci, da oggi rappresentante in consiglio di Futuro e Libertà, in merito all'impianto di Renzino, nel Comune di Foiano. Su questa questione ha risposto immediatamente l'Assessore all'ambiente e all'energia Andrea Cutini: “Su Renzino c'è stato il rilascio dell'autorizzazione, avvenuto nel quadro della normativa esistente che non lascia margini di manovra alle amministrazioni. Fino ad oggi, infatti, c'è una tendenza delle leggi nazionali a favorire ed incentivare queste realizzazioni, mentre stiamo attendendo le linee guida della Regione sull'eolico e sulle biomasse che potrebbero, così come è stato per il fotovoltaico, fornire indicazioni importanti”.

Il capogruppo della FdS Alfio Nicotra ha invece sollecitato un'iniziativa del Presidente della Provincia per chiedere a Governo e Parlamento una modifica della legge sulla Protezione civile e, soprattutto, sulla ripartizione dei costi delle tragedie che vanno a ricadere sugli stessi cittadini che l'hanno subita attraverso l'aumento delle accise. Nicotra ha poi sollevato il problema della sicurezza sul tratto ferroviario Arezzo-Firenze alla luce dei due incidenti accaduti nell'ultimo mese ed ha infine sollecitato l'adesione della Provincia al Gay Pride che si svolgerà a Bologna.

Dai banchi del Pdl il consigliere Claudia Amatucci ha chiesto un quadro conoscitivo delle società partecipate, in particolar modo di Artel, mentre Federico Scapecchi ha chiesto notizie sulle novità emerse per la Due Mari, sui disservizi per Adsl e digitale terrestre in varie zone del territorio provinciale e sulla situazione degli edifici scolastici in relazione alla sicurezza sismica e Vittorio Mazzoni ha chiesto chiarimenti sull'asta relativa ai mezzi della provincia dismessi.

Il capogruppo del Pdl Lucia Tanti ha invece chiesto notizie sui lavori di taglio e rimboschimento nella montagna cortonese, ricevendo immediati chiarimenti dall'Assessore Cutini. “I lavori forestali a Cortona sono eseguiti dagli operai della Provincia e da ditte specializzate selezionate attraverso bando. Questo è il secondo anno di interventi, che sono tesi a valorizzare il patrimonio boschivo in gestione all'amministrazione provinciale nel quadro del piano di sviluppo rurale”, ha spiegato Cutini. Il capogruppo Pdl ha inoltre sollecitato la convocazione di un consiglio provinciale aperto sui temi legati a Montedoglio ed ha chiesto se sono stati fatti interventi per mitigare l'impatto dei cattivi odori a Podere Rota, tema ripreso anche dal consigliere di Fli Francesco Lucacci. Anche in questo caso l'Assessore Cutini ha fornito subito chiarimenti: “si sono verificati nuovi fenomeni di cattivi odori nel mese di maggio ed abbiamo assunto un primo provvedimento che riguarda la coltivazione giornaliera della discarica, e cioè lo spazio di conferimento quotidiano di rifiuti e le sue modalità di copertura, e sulla frazione organica stabilizzata che riteniamo possa essere una potenziale fonte di cause odorigene”.

Il consigliere Lucacci ha anche sollevato il tema del deficit idrico del territorio aretino, chiedendo se le piogge di maggio hanno migliorato la situazione, e sull'inaugurazione della variante di Foiano, sulla quale l'Assessore alla viabilità Francesco Ruscelli ha risposto affermando che avverrà entro la metà di giugno.

Il capogruppo di SeL Alessandra Landucci ha lamentato un certo malessere tra le agenzie accreditate a seguito del nuovo bando sulla formazione professionale ed il consigliere del Pd Cristiano Marini ha chiesto informazioni sulla vicenda Beltrame e sulla vertenza relativa ai giornalisti dell'emittente televisiva Tv1.

E' stata infine sollevata dal capogruppo Pdl Lucia Tanti e da Francesco Lucacci di Futuro e Libertà la questione dei risvolti politici della crisi al Comune di Arezzo per la maggioranza che governa la Provincia. “Quello che è successo al Comune di Arezzo comunque ci riguarda, perché la programmazione della politica dei rifiuti non può non vedere protagonista la Provincia”, ha affermato Lucia Tanti che ha ricevuto la risposta del Presidente Roberto Vasai.

“Posso rassicurare che la maggioranza gode di ottima salute, perché il nostro punto di riferimento è e rimane il programma sul quale, come è logico, discutiamo ma riuscendo a trovare una sintesi su tematiche importanti che riguardano i nostri cittadini ed il nostro territorio – ha detto il Presidente. Non esiste nessuna fibrillazione in questa amministrazione, il nostro lavoro continua serenamente ed ho molto apprezzato le prese di posizione in questo senso di Idv e SeL”, ha concluso Vasai.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0