Prima Pagina | Arte e cultura | “GIORGIO VASARI: UN CITTADINO ARETINO DEL ‘500”

“GIORGIO VASARI: UN CITTADINO ARETINO DEL ‘500”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“GIORGIO VASARI: UN CITTADINO ARETINO DEL ‘500”

A conclusione il concorso per le scuole della provincia di Arezzo

 

 

Il prossimo mercoledì 23 maggio, alle ore 12,00, nella Corte d’onore del Palazzo Comunale di Arezzo, avrà luogo la premiazione dei vincitori  del concorso bandito alla fine del 2011 dal Comune di Arezzo e dalla Provincia di Arezzo insieme a Ricerca.

Il concorso è l’ultimo atto, o per meglio dire il lancio lungo del Cinquecentenario vasariano, rivolto al coinvolgimento delle scuole del territorio e al riconoscimento del loro impegno durante le celebrazioni vasariane.

Legato al restauro della grande pala dipinta da Giorgio Vasari nel 1539, raffigurante l’Assunzione della Vergine della chiesa di Sant’Agostino a Monte san Savino, operato da Ricerca nel ‘cantiere aperto’ del Palazzo Comunale di Arezzo (Vasari 500 Una finestra sul restauro), il concorso ha visto la partecipazione di molti istituti scolastici della città e della provincia, facendo emergere un fervido lavoro didattico intorno al centenario vasariano, intepretato dagli allievi (dalla primaria alla secondaria superiore) con impegno e partecipazione.

Tutti gli elaborati dei partecipanti al concorso saranno esposti in mostra nel loggiato della Corte d’onore fino a sabato 26 maggio alle ore 12,00.

Interverrà alla premiazione l’Assessore per il sociale e l’educazione, dr Lucia De Robertis. I vincitori, come previsto dal bando, saranno tre e riceveranno in premio dei buoni spesa, ma per il buon livello di molti lavori la commissione esaminatrice (composta da Alessandra Baroni, Alessandro Benci, Franco Cristelli, Isabella Droandi, Liletta Fornasari, Daniela Meli e Tiziana Nocentini) ha disposto sei segnalazioni ulteriori con relativo omaggio premio.

Tutti i premi sono stati generosamente forniti dalla Fondazione Monna Lisa Onlus.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0