Prima Pagina | Territori | Legalità e trasparenza ci impongono di agire per la verifica della correttezza del procedimento elettorale

Legalità e trasparenza ci impongono di agire per la verifica della correttezza del procedimento elettorale

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Legalità e trasparenza ci impongono di agire per la verifica della correttezza del procedimento elettorale


 

 

Come preannunciato in campagna elettorale, la Lista Cittadini Uniti per il Bene Comune – Paolo Filippi Sindaco, ritenendo presupposti essenziali ed imprescindibili per il governo di una comunità sia la legalità che la trasparenza, intende perseguire con fermezza ogni possibile azione che la legge consente per fare chiarezza circa la presunta ineleggibilità del Sindaco Bittoni e del consigliere Fabianelli.

Allo scopo inoltreremo nei prossimi giorni un esposto circostanziato al Prefetto di Arezzo al fine dell’esercizio da parte di quest’ultimo dell’azione popolare e parallelamente daremo mandato ad un consulente legale per verificare le condizioni del deposito di un ricorso in merito ad entrambe le posizioni.

Per il giorno 26 maggio è fissata la convocazione del primo consiglio comunale che per legge, prima di deliberare su qualsiasi altra cosa, deve esaminare la condizione degli eletti e dichiarare la ineleggibilità di essi quando sussista alcuna delle cause previste.

Confidiamo quindi che Bittoni lo presieda con cognizione di causa per il bene di tutta la comunità castiglionese e non solo della parte (minoritaria) che lo ha votato, chiarendo esplicitamente ed analiticamente la sua posizione rispetto all’Ente Serristori. Altrettanto ci aspettiamo da Fabianelli rispetto alla società Castiglioni Innova.

Se così non facessero ci troveremmo costretti a proseguire nei termini suddetti, anche attivando tutte le azioni giudiziarie che la legge impone di fronte all’accertamento di posizioni ed azioni non conformi di amministratori di organismi pubblici.

Vogliamo ribadire che il nostro operato prescinde dal risultato elettorale, non vuol essere “vendicativo” nei confronti dei risultati dell’urna e sarebbe stato comunque intrapreso anche nel caso in cui Bittoni fosse stato eletto come “semplice” consigliere di opposizione (con o senza Fabianelli) perché sin dall’inizio la competizione elettorale ed il libero esercizio del diritto di voto da parte dei castiglionesi è stato a nostro avviso falsato da queste due candidature presentate in dispregio alla normativa vigente.

 

Castiglion Fiorentino, 20 Maggio 2012-05-2012

 

Ufficio Stampa - Lista Civica Cittadini Uniti per il bene comune Paolo Filippi Sindaco

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0