Prima Pagina | Cronaca | BRINDISI: DECISA SVOLTA NELLE INDAGINI. LE IMMAGINI DELL'ATTENTATORE STANNO FACENDO IL GIRO DEL MONDO

BRINDISI: DECISA SVOLTA NELLE INDAGINI. LE IMMAGINI DELL'ATTENTATORE STANNO FACENDO IL GIRO DEL MONDO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
BRINDISI: DECISA SVOLTA NELLE INDAGINI. LE IMMAGINI DELL'ATTENTATORE STANNO FACENDO IL GIRO DEL MONDO

Dal giornale web Brindisireport.it che risulta al momento ancora irraggiungibile ma fornisce informazioni via Facebook. Ringraziamo sentitamente questa testata per la grande professionalità e il servizio che sta facendo al paese e alla verità

AGGIORNAMENTO DALL'OSPEDALE VITO FAZZI DI LECCE:

Veronica Capodieci è sveglia, è vigile e collabora con i medici. A dichiararlo è il primario del reparto Rianimazione del nosocomio leccese. "Veronica sta reagendo. Ma la situazione rimane critica e la ragazza è ancora in prognosi riservata". Veronica Capodieci è forte. La 15enne mesagnese rimasta coinvolta nell'esplosione sabato 19 maggio scorso a Brindisi non molla. I suoi parametri vitali e la pressione cardio-vascolare è stabile.

DECINE E DECINE DI INTERROGATORI E PERQUISIZIONI

Si susseguono le perquisizioni e gli interrogatori da parte di Squadra Mobile e Digos identificare l'autore materiale dell'attentato ripreso dalle videocamere di un chiosco per panini di fronte all'obiettivo da colpire ed il gruppo cui appartiene. é stata superata abbondantemente quota cento. E' necessario costruire particolare per particolare una copia esatta della situazione nelle ore e nei minuti precedenti l'attentato all'Ipsss Morvillo Falcone. Un killer che ha agito in blazer scuro e pantaloni chiari, forse scarpe tipo barca, e che dopo aver provocato la micidiale deflagrazione non si è neppure girato a guardare il macello che si lasciava alle spalle, uscendo dal suo riparo tra il chiosco e la palazzina popolare cui è ridossato.

IL PREMIER AI FUNERALI DI MELISSA

Quando il volto del presunto attentatore della strage di sabato 19 maggio 2012 fa il giro del mondo, tutto è pronto per dare l’ultimo saluto alla piccola Melissa Bassi. La 16enne che ha perso la vita nello scoppio dell’attentato che si è consumato alle ore 7.45 circa davanti l’ingresso dell’Ipss “Morvillo Falcone” di Brindisi.
Il feretro di Melissa arriverà a Mesagne intorno le ore 14 di lunedì 21 maggio. Mario Monti sarà a Mesagne per i funerali di Stato.
Lei amava Jennifer Lopez. Iniziava a misurarsi con metro e matita da pochi mesi. due strumenti che fanno di uno stilista, un’icona di perfezione. Sì, perché Melissa Bassi voleva diventare una fashion stilyst.
Qualcuno però il suo sogno l’ha spento, ha spento tutto ciò che una ragazza a 16 anni può sognare per il suo futuro: tutto. Lunedì 21 maggio 2012 l’interno mondo darà l’ultimo saluto a “trizza” (Melissa si faceva chiamare così dalle amiche più intime, tra cui Selene Greco, la ragazza rimasta ferita durante l’attentato e ricoverata presso l’ospedale Perrino nel reparto di Chirurgia Plastica).
Dopo l’esame autoptico sul corpo di Melissa, il magistrato ha deciso che il feretro potrà far rientro a Mesagne lunedì. La 16enne arriverà nella sua città, dove è cresciuta, intorno le ore 14. Prima di arrivare nella chiesa Matrice, il feretro sarà fatto passare da via Torre, dove Melissa Bassi viveva con papà Massimo e mamma Rita. Mesagne domani sarà una città piccolissima, ci saranno troppi cuori stretti l’uno con l’altro per lenire il dolore datato 19 maggio 2012.
Il rito religioso avrà inizio alle ore 16.30 alla presenza del presidente del consiglio, Mario Monti, che giungerà a Brindisi nella tarda mattinata e sarà accompagnato da istituzioni regionali e provinciali, oltre ovviamente quelle della città natale della giovanissima vittima. Il sindaco della città di Mesagne, Franco Scoditti, per l’intera giornata di lunedì, ha indetto il lutto di cittadino.
“Ti chiamo Dio perchè vedi tutto e ancora continui a sorridere”. È una delle frasi più celebri di Jennifer Lopez, artista che Melissa Bassi amava. Melissa continuerà a sorridere da lassù e lo farà insieme a Dio, perché Dio si circonda sempre dei fiori più belli.
Verranno predisposti all'esterno due maxi schermi affinchè tutti possano assistere ai funerali di Melissa. Un maxi schermo sarà posizionato all'esterno della chiesa e un altro nei pressi della Porta Grande. (Maristella De Michele)

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0