Prima Pagina | Politica società diritti | Sulla questione S. Zeno, volevo dire, per la precisione…

Sulla questione S. Zeno, volevo dire, per la precisione…

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Sulla questione S. Zeno, volevo dire, per la precisione…

 

Prima che cominci la guerra di comunicati su “ma io avevo detto che”, “io pensavo s’intendesse”, “veramente eravamo convinti fosse chiaro” ecc., volevo fare una doverosa precisazione, la quale – guarda caso – corrisponde a quanto realmente accaduto, avendolo vissuto in primissima persona.

Nel 2009 venivamo - in Provincia - da una coalizione di centrosinistra, con Assessori Cardone e Cecchi: non proseguimmo la collaborazione alle elezioni, presentando Nicotra come candidato Presidente, soprattutto perché non ci trovammo d'accordo praticamente su nulla - nel programma - sulla questione del nuovo (non è un raddoppio) inceneritore. Nel 2011, in Comune, si pose lo stesso problema: qui - però - abbiamo trovato interlocutori nel livello comunale aretino del PD (in primis il Sindaco) che ci hanno "concesso" - nel programma - quello che il magnifico trio del PD provinciale Vasai-Meacci-Ceccarelli ci negò con supponenza 2 anni prima...quindi abbiamo proseguito la collaborazione con Fanfani. Fino a qui è tutto chiaro , o sbaglio? Adesso, diversi esponenti del PD "ringambano" in modo non corretto, non sincero, non nobile, non bello, imprimendo accelerazioni inquietanti sull’impianto di S. Zeno: noi, che siamo un partito piccolo, spesso inascoltati, quasi sempre ininfluenti...ma ferocemente coerenti e con forte dignità personale e collettiva di comunità, che fanno politica esclusivamente per passione e non per mestiere...non possiamo -  e non potremo mai - tollerare questi espliciti tradimenti. Se c’è un Progetto Europeo (il Life +) primo del genere in Italia…che dovrebbe essere considerato non un ostacolo ma un’occasione unica ed un fiore all’occhiello per le nostre istituzioni…che è stato concepito e progettato per una durata di 39 mesi (non da noi, ma da luminari) ed al termine del quale si può addivenire alla decisione sul nuovo inceneritore (proprio perché solo alla conclusione del Life + si possono trarre ragionevoli e ponderate conclusioni sul costruire o meno l’inceneritore…) non si capisce perché si vogliano affrettare – ribadisco, in modo inquietante – i tempi!

Scusate lo sfogo – sincero – ma questo è quanto dovevo dire…come si dice, per la precisione

Fausto Tenti

(Segretario Provinciale Rifondazione Comunista-Federazione della Sinistra di Arezzo)

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0