Prima Pagina | Salute e sanità | Libretto protocollo gravidanza, ad Arezzo obbligatoria la prenotazione per ritirarlo.

Libretto protocollo gravidanza, ad Arezzo obbligatoria la prenotazione per ritirarlo.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Libretto protocollo gravidanza, ad Arezzo obbligatoria la prenotazione per ritirarlo.

Il provvedimento in vigore da lunedì prossimo (2 aprile)

 

AREZZO – Da lunedì prossimo, 2 aprile, la consegna del libretto protocollo gravidanza non avverrà più ad accesso libero. Sarà necessario prendere un appuntamento concordato telefonicamente al numero 0575\255829 dalle ore 8 alle ore 10 dal lunedì al venerdì. Chi lo desidera, invece di telefonare, può anche recarsi alla sede del Consultorio di Arezzo, in viale Cittadini, personalmente o delegando una persona di fiducia, sempre dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 12,00.
”Questa diversa modalità – fa sapere la dirigenza del Consultorio -  si rende necessaria nell'ottica di ottimizzare il servizio, riducendo il tempo di attesa dell'utente, ma soprattutto per rendere più efficace e valorizzare questo momento di informazione educazione sanitaria su tutto il percorso nascita” .

MA COSA E’ IL PERCORSO NASCITA?

E’ un programma rivolto alla donna, alla coppia e al neonato dalla fecondazione al termine del puerperio.
Durante questo periodo viene assicurata, alla donna e alla famiglia, una rete di azioni miranti a fornire assistenza, sostegno ed ascolto. L'integrazione degli interventi, è mirata ad offrire un “continuum assistenziale” competente e specifico per ogni tipo di bisogno assistenziale, attestato nel Libretto protocollo di gravidanza.

Proprio il Ritiro del libretto/protocollo regionale di gravidanza: all'inizio della gravidanza viene consigliato presentando sia il tesserino sanitario dove è segnato il proprio medico di famiglia che l'esito degli esami attestanti lo stato di gravidanza. E' un momento assistenziale importante, garantito presso ogni Consultorio Familiare dell'Azienda attraverso un colloquio informativo in cui l'ostetrica/o presenta alla donna/coppia, il corretto utilizzo del libretto di gravidanza illustrandone l'offerta assistenziale dei servizi consultoriali ed ospedalieri presenti all'interno dell'Azienda USL8.

ALTRE INFORMAZIONI UTILI

Controlli Ostetrico/Ginecologici Consultoriali: sono rivolti alla donna con gravidanza a basso rischio, come previsto dal libretto/protocollo della gravidanza fisiologica; sono finalizzati soprattutto a verificare il benessere materno e fetale ma anche a fornire informazioni utili sull'igiene, l'alimentazione, la sessualità in gravidanza, la legislazione a tutela della gravida, la diagnosi prenatale etc.

Programmazione dei controlli previsti dal protocollo di assistenza alla gravidanza fisiologica e le eventuali consulenze con lo specialista, qualora necessario.

Colloquio e visita del genetista: una consulenza genetica nelle situazioni a rischio per familiarità, per età materna o per screening positivo, finalizzata alla prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie genetiche e alla effettuazione dell'amniocentesi.

Incontri informativi sull'offerta assistenziale, effettuati presso i Punti Nascita aziendali. Sono incontri a cadenza mensile (es. ad Arezzo è l'ultimo giovedì di ogni mese) in cui le gestanti, durante un colloquio con i professionisti (ostetrica/o, ginecologo, pediatra ed anestesista) ricevono un'informazione dettagliata sulle modalità dell'assistenza al parto in ambito aziendale, finalizzata a far conoscere le tipologie assistenziali aziendali e la possibilità dell'offerta assistenziale di ogni Punto Nascita.

Ambulatorio della “Gravidanza a Rischio”: viene attivato in ogni situazione in cui  si evidenzia un'anomalia del decorso della gravidanza o uno stato patologico pre-esistente che incide sulla progressione della gravidanza stessa. In questo caso l'assistenza ostetrico-ginecologica è assicurata in ambito ospedaliero e varia in base al quadro clinico specifico di ogni gestante; la  gestione “in rete” con i servizi specialistici (Amb. Diabetologico, Laboratorio Chimico-Clinico, UO Cardiologia, ecc) consente una presa in carico ambulatoriale globale, evitando l'ospedalizzazione impropria della donna in gravidanza.

Ambulatorio/Consultorio della “Gravidanza a Basso Rischio Ostetrico” (attivato attualmente presso la Zona Valdarno), è un ambulatorio a gestione ostetrica ed è  rivolto alla gravidanza a basso rischio; è caratterizzato da una gestione professionale globale nei confronti della fisiologia che, come tale, richiede interventi competenti ma a basso livello di complessità assistenziale; ha l'obiettivo di diminuire la medicalizzazione e di restituire alla donna e alla famiglia la dimensione naturale della gravidanza fisiologica.

Frequenza di un corso di “Accompagnamento alla Nascita”, questa proposta si articola in una serie di incontri informativi e di apprendimento di tecniche di rilassamento e movimento corporeo per la gravidanza, il parto e il periodo post parto; sono previste due tipologie di corsi: tecniche di rilassamento corporeo e acquaticità. Gli incontri sono rivolti a gruppi di donne in gravidanza e sono condotti da personale ostetrico, coadiuvato dallo psicologo, dal pediatra e da altre figure intra ed extra-consultoriali.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0