Prima Pagina | L'opinione | Lectio Magistralis dell’arch. Danilo Grifoni incontrando i giovani del PD

Lectio Magistralis dell’arch. Danilo Grifoni incontrando i giovani del PD

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Lectio Magistralis dell’arch. Danilo Grifoni incontrando i giovani del PD

 

 

Il Regolamento Urbanistico è l'atto di governo attraverso il quale viene disciplinata l'attività urbanistica ed edilizia del territorio del Comune e costituisce lo strumento che consente di rendere operative le linee di indirizzo e le scelte progettuali previste dal Piano Strutturale. E' lo strumento dove si decide in modo puntuale quali saranno i processi di trasformazione del territorio da arrestare, o viceversa da sostenere e potenziare, quali aree o manufatti da sottoporre a tutela e quali da completare o trasformare.

Con l'evolversi della disciplina urbanistica, però, si assiste oggi ad un progressivo passaggio delle regole "tecniche" del regolamento edilizio alle norme di attuazione del regolamento urbanistico, tanto che il primo, in molti casi, è rimasto essenzialmente un compendio di regole procedurali. Il trasferimento della materia urbanistica alle Regioni, inoltre, ha prodotto una variata articolazione di questi strumenti che presentano sostanziali differenze, anche dal punto di vista terminologico.

Sabato pomeriggio, nella sala Rosa del palazzo comunale, c’è stata una vera Lectio magistralis dell'architetto Danilo Grifoni, che molti considerano un’ autorità in materia, sui principi dell'urbanistica e sulla città di Arezzo, nell'ambito di quattro incontri organizzati dai giovani del PD di Arezzo.

Finalmente si torna a parlare di città e di regole della città, dopo anni in cui si è parlato solo di Norme. L’urbanistica infatti non può occuparsi solo di cosa costruire o cosa ristrutturare domani mattina, ma quale idea di città intendiamo sviluppare. Come vogliamo vedere crescere la nostra, come vogliamo vederla migliorare, adattandola allo sviluppo tecnologico e alle mutate esigenze del progresso umano e soprattutto dei cittadini che la abitano e la vivono.

L’intervento è stato interamente registrato poiché il sabato pomeriggio è un orario difficile per il largo pubblico, ma la memoria, la conservazione e la divulgazione di questi atti, è un momento di crescita per tutti e siamo ben felici di fare da altoparlante ad eventi così importanti per la nostra città.

Buona visione (Riprese fatte dall'impareggiabile reporter Pietro Pagliardini)

 

 

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0