Prima Pagina | Politica società diritti | Che spettacolo sull'inceneritore!

Che spettacolo sull'inceneritore!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Che spettacolo sull'inceneritore!


Volano parole grosse nella Giunta Comunale di Arezzo, dopo che 3 assessori -tutti scelti dal sindaco Fanfani dopo una lunghissima trattativa colla sua coalizione- si sono dissociati sulla delibera riguardante l'inceneritore.

Continuiamo a sperare che il piglio decisionista e protagonista cessi e si possa confrontarsi nelle sedi competenti sul problema dell'inceneritore: il dictat votato a maggioranza dal PD in giunta non promette niente di buono.

La paura è che si voglia far cassa sulla salute dei cittadini, proponendo un raddoppio dell'impianto per fare business dei rifiuti.

Anche se il termovalorizzatore attuale fosse giunto alla fine della sua vita (ma davvero non dura 15 anni?!) vorremmo chiarezza: certi che i risultati economici non sono mai stati quelli propagandati, vogliamo sapere cosa ci finisce dentro e quali emissioni ne escono.

Se si parla di raddoppio, allora pensano che l'attuale vada bene (per favore tranquillizzateci affidando le analisi ad un istituto esterno) e se ne fà un'altro per bruciare rifiuti di altre comunità.

Il tutto per ricevere dividendi da una municipalizzata, soldi da distribuire coi soliti metodi?.

Perchè la differenziata non è mai stato un cavallo di battaglia delle amministrazioni aretine?

Perchè hanno interrato di tutto e di più (andate a vedere al Mulinaccio le due montagne coperte dietro Arezzo Park Hotel al casello!) e continuano?

Perchè un condannato per reati ambientali e di sicurezza sul lavoro continua a fare il presidente di Aisa? Due pesi e due misure del Pd aretino, un'etica davvero speciale, deve essere un rifiuto.

Alessandro Ruzzi

Segretario amm.vo FLI- Arezzo

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0