Prima Pagina | Politica società diritti | Il sindaco Maggini: "Pronto a incatenarmi davanti alla prefettura"

Il sindaco Maggini: "Pronto a incatenarmi davanti alla prefettura"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il sindaco Maggini: "Pronto a incatenarmi davanti alla prefettura"

Riorganizzazione 118, il sindaco di Subbiano replica alla Asl 8. «Senza automedica, le nostre preoccupazioni uguali a quelle di Mugnai. Per protesta non sarò ad Arezzo all’inaugurazione del pronto soccorso. Pronto a incatenarmi davanti alla prefettura»

 

«Leggo dichiarazioni farraginose con le quali il direttore generale della Asl 8 Enrico Desideri tenta di fugare i dubbi sollevati dal Vicepresidente della Commissione sanità Stefano Mugnai circa la riorganizzazione del 118. Una riorganizzazione che prevede una sola ambulanza con medico a bordo in presidio ad Arezzo per servire l’intera area che comprende Subbiano, il Comune che amministro, Civitella in Val di Chiana, Monte San Savino e il territorio comunale di Arezzo».

«Debbo innanzitutto confermare che le perplessità sollevate da Mugnai sono le stesse che affliggono me, gli abitanti del mio Comune e tutto il territorio interessato dall’operazione, a prescindere dagli orientamenti politici. Questo anche perché, durante una visita a Subbiano, i funzionari della Asl8 promisero l’automedica per febbraio. Ad oggi, però, l’appalto non è stato ancora fatto. Ma i cittadini non vivono di sole promesse al vento. Le promesse, cari signori, vanno mantenute».

«Siamo impensieriti al punto che io stesso, per protesta, venerdì intendo non partecipare all’inaugurazione del nuovo pronto soccorso ad Arezzo. Ma sarà solo il primo degli atti che sono deciso e pronto a fare per difendere il bene e la salute dei cittadini. Già penso a manifestazioni e a coinvolgere la prefettura. Di più: se le cose andranno avanti in questo modo, io davanti alla prefettura sono pronto a incatenarmici»

«Del resto, per altro, con giri di parole dal carattere peripatetico la Asl 8 di fatto riconosce che il problema esiste. Desideri rimpalla sull’Estav la responsabilità, ma alla fine annuncia l’intenzione di attivare una seconda ambulanza per garantire il servizio notturno nel nostro territorio. Segno che serve, e che le nostre obiezioni non sono peregrine».

«Allora, come sindaco e come cittadino, io alla Asl 8 chiedo di coinvolgere e ascoltare i territori e le loro esigenze, prima di procedere a riorganizzazioni arbitrarie che passano sulla testa della gente. Credo che questo, e non reazioni stizzite a mezzo stampa, si debba alle persone. Soprattutto quando si parla di un tema delicato e personale come il diritto alla salute».

Ilario Maggini

Sindaco di Subbiano

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0