Prima Pagina | Politica società diritti | SCONTRO BARDUCCI/VASAI : “ SI PALESA IL FALLIMENTO DELLA POLITICA DEL PD E DEL CENTROSINISTRA BASATA SU INCENERITORI E DISCARICHE”

SCONTRO BARDUCCI/VASAI : “ SI PALESA IL FALLIMENTO DELLA POLITICA DEL PD E DEL CENTROSINISTRA BASATA SU INCENERITORI E DISCARICHE”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
SCONTRO BARDUCCI/VASAI : “ SI PALESA IL FALLIMENTO DELLA POLITICA DEL PD E DEL CENTROSINISTRA BASATA SU INCENERITORI E DISCARICHE”

CALO’ E NICOTRA (FDS /PRC )

 

“Non ci faremo trascinare in sterili diatribe territoriali che servono unicamente a nascondere il fallimento di una politica dei rifiuti basata sulle megadiscariche e gli inceneritori. Bisogna mettere in discussione un modello fallimentare fino ad oggi dominante e sostituirlo con uno radicalmente diverso  che si fondi sulla strategia rifiuti zero”. E’ la risposta della Federazione della Sinistra  e di Rifondazione Comunista alla  polemica scoppiata tra i Presidenti delle Province di Firenze ed Arezzo Andrea Barducci e Roberto Vasai.

In una nota congiunta firmata dai due capigruppo nei consigli provinciali di Firenze ed Arezzo Andrea Calò e Alfio Nicotra la Federazione della Sinistra  stigmatizza “la guerra dei comunicati tra le due presidenze, che dimostra una insensibilità alle sacrosante richieste della popolazione del Valdarno aretino e fiorentino  ridotto per troppi anni  ad essere territorio di discariche.”

“Il punto di svolta è una vera raccolta differenziata dei rifiuti – proseguono Calò e Nicotra -  che può basarsi solo sul porta a porta,  sulla riduzione a monte degli imballaggi e con la costruzione di filiere per il riciclo. Certo il porta a porta richiede investimenti e da sempre le amministrazioni provinciali di Firenze ed Arezzo  hanno detto che non ci sono le risorse finanziarie. Invece per le discariche e gli inceneritori i soldi ci sono : è evidentemente una questione di scelte.”

“I livelli di raccolta differenziata continuano ad essere vergognosi – proseguono i due capigruppo – la Valdi Sieve e il Valdarno F.no  continua a scaricare a Podere Rota rifiuti qual tali. La monetizzazione del disagio ambientale praticata in questi anni tra le due province ha arricchito le società private che gestiscono la discarica e non certo le popolazioni che hanno visto peggiorata la loro qualità della vita dal punto di vista sanitario e ambientale. La diatriba sulla Borra dimostra inoltre che non è vero che gli inceneritori  cancellano le discariche ma  al contrario  l’uno alimenta l’altra. Occorre rompere questo circolo vizioso fondato sulla combustione .”

“La Federazione della  Sinistra – concludono Calò e Nicotra – rivolge un appello  alle altre forze di sinistra , Idv e Sel in particolare che sul territorio del Valdarno ricoprono spesso incarichi di governo, ad una iniziativa coerente e unitaria con i movimenti  e i comitati dei cittadini che si muova nella direzione di un approccio diverso e moderno  sulla questione dei rifiuti .”

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0