Figc su ‘BLM’: Azzurri liberi di aderire, sosteniamo la loro scelta

0

“Federazione e squadra contro razzismo e discriminazione, imporre comportamento rappresenta in sé una forma di prevaricazione…”

Come già affermato dal Presidente Gabriele Gravina non più tardi di una settimana fa, la FIGC ritiene che l’imposizione di qualsivoglia comportamento rappresenti in sé una forma di prevaricazione e sostiene la scelta della squadra in occasione delle gare di UEFA Euro 2020, compresa quella con il Belgio di venerdì prossimo.

Tuttavia, inginocchiarsi per solidarietà ( perché lo fanno/farebbero gli altri) verso l’avversario, se così fosse, la scelta sarebbe non solo opinabile ma incomprensibile ( eufemismo politicamente corretto ) ai piu’ scrivente compreso. Navigando nel web parrebbe tale incomprensibilità diffusa e manifesta a tantissimi lettori tifosissimi degli Azzurri…ognuno con il suo codice espressivo piu’ o meno scurrile piu’ o meno elegante ma tutti inequivocabili. ( Vox Populi Vox Dei )

Lo Sport quello sano, puro rappresentato da tantissimi volti di campioni integerrimi, intrinsecamente veicola nobili valori, tali esternazioni/ostensioni sono piu’ idonee ad Alt(r)i palcoscenici a parer comune.

Perché usare una manifestazione di questo calibro dopo un anno orribilis di pandemia per sensibilizzare? Chi? Ci sono/sarebbero altri strumenti e palcoscenici decisamente piu’ efficaci e meno…..W il calcio, W lo Sport senza ospiti di genere, di sorta e di cause. Lo Sport di per sé è volano di valori nobili inconfutabili ed inequivocabili senza sponsor manifesti, celati o subdoli che siano.

Fabio Bray