“Consultazione pratiche edilizie: tempi e spazi raddoppiati. Soluzione vicina per il problema ‘appuntamenti’. E per il futuro nuovi geometri all’Edilizia”

0

“Gli spazi e i tempi di consultazione, a favore dei professionisti, delle pratiche edilizie sono sostanzialmente raddoppiati. Lo dico con soddisfazione a coronamento di un lavoro di cui mi sono fatta carico fin dall’inizio del mandato”.

Così l’assessore Francesca Lucherini annuncia le novità che coinvolgono l’Archivio Storico di via della Fiorandola e gli stessi uffici dell’Edilizia di piazza Amintore Fanfani: “per quanto riguarda l’Archivio Storico, abbiamo destinato l’intera mattinata del mercoledì alla consultazione delle pratiche, mentre prima questo era un giorno destinato ai documenti storici. Il mercoledì si aggiunge pertanto ai due giorni della settimana già in essere, martedì e giovedì. Stiamo dunque facendo grandi sforzi, costretti anche a tenere presente che le normative anti-Covid non ci permettono l’inserimento di nuove unità di personale negli spazi di via della Fiorandola.

E proprio sulla base di quest’ultima presa d’atto, abbiamo individuato e aperto da martedì 11 maggio due grandi stanze all’ufficio edilizia dove destiniamo due dipendenti amministrativi: in base alle richieste e prenotazioni vi verranno portate in sicurezza, sempre da personale e con mezzi del Comune, le pratiche dall’Archivio Storico. I giorni per la relativa consultazione saranno sempre il martedì e il giovedì.

Grazie a questa operazione, abbiamo riaperto l’agenda degli appuntamenti, ricalendarizzando quelli destinati a luglio e agosto, anticipandoli da oggi a fine giugno. Professionisti e cittadini hanno in questo momento l’esigenza di accedere rapidamente alle pratiche per fruire dei benefici fiscali: ma deve essere chiaro il messaggio che noi siamo dalla loro parte e continueremo a dimostrarlo. La previsione risolutiva per il futuro resta, infatti, la digitalizzazione del servizio su cui stiamo già lavorando. Peraltro, il bonus cosiddetto del 110% è stato prorogato e chiunque dispone di più tempo per beneficiarne.

Per quanto riguarda il personale a disposizione, lo stiamo modulando in base alle esigenze. In questo momento c’è più bisogno di dipendenti che agevolino il percorso di consultazione delle pratiche mentre per il futuro, ovviamente, questa attività propedeutica riverbererà i suoi effetti sui numeri delle pratiche edilizie presentate. In quel frangente non ci faremo trovare impreparati: saranno due i nuovi geometri a tempo indeterminato su cui l’Edilizia potrà contare. E altri due verranno assunti a tempo determinato. Gli iter sono in fase di ultimazione”.