“Nuova illuminazione nelle frazioni. La Giunta trovi un compromesso tra il nuovo progetto e la scarsa sicurezza in alcune località”

0

Dichiarazione del consigliere comunale Valentina Sileno (Scelgo Arezzo) che interviene sulle lamentele dei cittadini con un’interrogazione
“Stiamo ricevendo molte segnalazioni, in particolare dalle frazioni, sulla scarsa efficacia dei nuovi lampioni a led. L’installazione di questi ultimi, che vanno a sostituire i precedenti, sta avvenendo per opera della ditta francese che si è aggiudicata un bando comunale della durata di 13 anni.

Siamo consapevoli che il progetto nasce per ridurre l’inquinamento luminoso ma, con molta probabilità, poteva essere realizzato meglio.

I problemi che ci vengono sollevati sono relativi alla funzione che questi nuovi pali dovrebbero svolgere, ovvero illuminare.

Purtroppo, con tutta evidenza, sembra che la nuova rete d’illuminazione non produca a terra la luminosità necessaria tale da garantire la mobilità e la sicurezza degli spazi pubblici.

Chiediamo dunque, e lo faremo anche con un’interrogazione in Consiglio Comunale, se è ancora possibile intervenire e fare una precisa valutazione sulla bontà e l’efficacia di questa nuova tecnologia, che rispetterà ampiamente la legge regionale 37/2000 contro l’inquinamento e il risparmio energetico ma crea deficienza sotto l’aspetto della sicurezza.

È probabile – conclude Sileno – che l’intento iniziale dell’intervento fosse apprezzabile ma la realizzazione poco pratica e scarsamente efficiente. La soluzione non può e non deve essere un’implementazione, come affermato dall’assessore Casi, perché l’obiettivo inquinamento sarebbe vanificato. Forse è importante concentrarsi su quella che si definisce ‘temperatura di colore’ così da raggiungere il doppio obbiettivo di ridurre l’inquinamento luminoso e offrire un’adeguata risposta a quartieri e frazioni”.