26 marzo 1851 – 26 marzo 2021: i 170 anni dalla fondazione della Polizia Municipale

0

170 anni e non sentirli: tanti sono quelli trascorsi dal quel 26 marzo 1851, giorno in cui veniva formalmente avviato, per opera del granduca Leopoldo II di Toscana, l’arruolamento dei primi appartenenti alla Guardia Municipale Aretina. Con il trascorrere del tempo, la stessa è diventata Corpo dei Vigili Urbani e, infine, Corpo di Polizia Municipale.

Nel corso di questi 17 decenni, uno in più della stessa unità d’Italia, il corpo ha accompagnato l’evoluzione della società e affrontato le sfide che, di volta in volta, si sono presentate. Fino ai primi mesi del 2020, quando una nuova, imprevista emergenza ha sconvolto il mondo: la pandemia da Covid-19.

Questa ha costretto a rinunciare alla manifestazione più importante, la Giostra del Saracino, a viaggi e incontri, a familiarizzare con parole come Dpcm, quarantena, lockdown, autocertificazione. Anche se gli aretini hanno dimostrato grande senso civico nel rispettare le regole, la città ha pagato un tributo alto in termini di vittime. La PM vuole ricordarle, insieme alle loro famiglie e a tutti coloro che hanno potuto accompagnarle negli ultimi momenti: medici, infermieri e assistenti sanitari che hanno affrontato l’enorme pressione generatasi.

Per questo, la polizia municipale intende celebrare la sua ricorrenza proprio di fronte all’obelisco posto nel piazzale antistante l’ospedale San Donato, simbolo di tutti i morti di Covid ma anche di coloro che il Covid hanno sconfitto e dell’impegno comune per il ritorno alla normalità. Appuntamento alle 11 di venerdì 26 marzo.

Il Comandante Aldo Poponcini