Il sostegno del Comune di Arezzo a due progetti di ascolto e inserimento lavorativo destinati ai giovani

0

Lucia Tanti: “proseguiamo nella nostra mission all’insegna dell’inclusione”

Il Comune di Arezzo aderisce a due progetti che la cooperativa Mentelocale e l’associazione I Care intendono presentare per partecipare al bando della Chiesa Evangelica Valdese, che attribuisce così parte dei fondi ricevuti in virtù dell’otto per mille Irpef. I due progetti hanno per titolo, rispettivamente, “Orientagiovani. Indirizzi per il futuro” e “Ci sono anche io: occasioni di incontro e progettazione”.

“Sostenere interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali – sottolinea il vicesindaco e assessore alle politiche sciali Lucia Tanti – rappresenta la mission che ci siamo proposti, sia che riposi su iniziative dirette dell’amministrazione comunale sia che si sostanzi nel supporto a importanti realtà del territorio. Il bando della chiesa valdese promuove interventi sanitari e di tutela della salute, promozione del benessere e crescita di bambini e ragazzi, attività culturali, miglioramento delle condizioni di vita di soggetti affetti da disabilità, accoglienza e inclusione, contrasto alla povertà e al disagio sociale, educazione alla cittadinanza, prevenzione e contrasto alla violenza di genere. In un contesto così ampio e importante, riteniamo i progetti di Mentelocale e I Care strategici: il primo per l’inserimento nel mondo del lavoro, inteso anche come terreno di legalità e cultura, di ragazzi tra i 16 e i 25 anni delle comunità educative, centri giovanili, gruppi sportivi. Il secondo per intercettare i bisogni dei ragazzi e insieme a loro creare punti di ascolto e percorsi di gruppo, allargati anche alle famiglie, per costruire nuove prospettive. Concorrere al buon andamento di queste iniziative ci sembra dunque un impegno da prendere, in primis collaborando a individuare i ragazzi da inserirvi tramite il nostro servizio sociale”.