L’arezzo sempre piu’ solo in fondo alla classifica. Per Camplone momenti bui

0
Torce, fumogeni, striscioni e cori per sostenere l’Arezzo.
La Curva Sud ha aspettato la squadra lungo via Cagli per sostenere la squadra non potendo accedere ormai da mesi al Comunale.
Gara condizionata da alcune incomprensibili scelte dell’allenatore Camplone, che nella prima dell’anno in casa, opta per il 4-2-3-1 ma lascia fuori a sorpresa Di Paolantonio.
Debuttano sia Di Grazia che Perez, mossa della disperazione che porta però all’infortunio di entrambi già nel primo tempo, per il resto confermati gli uomini visti in scena a Ravenna dall’inizio.
L’Arezzo ormai è in balia della tempesta ed il Cesena ha gioco facile a portare a casa i tre punti.

AREZZO (4-3-3): 1 Sala; 16 Luciani, 38 Sbraga, 33 Cherubin, 36 Karkalis; 34 Arini, 46 Altobelli; 7 Belloni, 10 Cutolo, 23 Di Grazia; 27 Perez

A disposizione: 22 Tarolli; 2 Ventola, 5 Borghini, 6 Soumah, 8 Carletti, 11 Cerci, 15 Maggioni, 24 Piu, 29 Kodr, 32 Zuppel, 37 Serrotti

Allenatore: Andrea Camplone

Indisponibili: Pesenti, Picchi

CESENA (4-3-3): 33 Nardi; 2 Longo, 3 Maddaloni, 13 Ricci, 16 Favale; 18 Collocolo, 25 Petermann, 5 Steffè; 7 Zecca, 20 Bortolussi, 10 Russini

A disposizione: 22 Benedettini, 30 Bizzini; 6 Aurelio, 14 Aurelio, 15 Ciofi, 17 Ardizzone, 19 Nanni, 23 Borello, 29 Campagna, 32 Capellini

Allenatore: William Viali

ARBITRO: Vigile di Cosenza  – Assistenti: Matera e Cleopazzo – Quarto uomo: Cudini

NOTE: gara a porte chiuse- Ammoniti: 35’ Petermann

RETI: 12’ Favale, 38’ Bortolussi