in USA superato il limite

7

Al di là della facile retorica, è stato superato il limite. Trump ha sulla coscienza quattro morti e il trambusto di ieri; ma il punto da focalizzare è che a fronteggiare i cinquantamila manifestanti annunciati (annunciati) c’erano soltanto i poliziotti del Campidoglio, cioè praticamente nessuno.

Quando è arrivata la Guardia Nazionale (il cui intervento Nancy Pelosi aveva richiesto prima della manifestazione) tutto era già accaduto. Mi limiterò a dire che per una partita di calcio di serie C (in condizioni normali, senza restrizioni) dell’Arezzo i poliziotti sono di più e molto meglio attrezzati.

In Italia fatti come quelli di Washington non si sarebbero potuti verificare.

Questo è il punto. Sono gli USA a fare la figura peggiore e siamo noi tutti occidentali a perdere una certezza che avevamo dentro.

Ci siamo spesso divisi sulla statura morale degli States, ma eravamo tutti certi (e prima degli altri gli stessi americani) che le istituzioni di quello Stato avrebbero sempre e comunque rispettato le regole.

Si è fatto un gran parlare, nei decenni dopo la seconda guerra mondiale, della “più grande democrazia occidentale” intendendo per grande l’esempio più alto per tutti.

Ora l’unico esempio rimane (forse) quello della libertà di stampa, perché è stato il presidente degli Stati Uniti in persona a causare tutto, ad aizzare delle povere persone; in definitiva ad avvelenare la democrazia statunitense. Una cosa inaudita che comporterebbe una destituzione immediata, se non ci fossero di mezzo ragioni di ordine pubblico.

Resta comunque sul tappeto la domanda: Trump se ne andrà da solo o dovrà essere rimosso con la forza?