MADALINA RIVUOLE SORRENTINO

0

“Non è così che funziona”. E come funziona allora? Le parole di Madalina Ghenea quando le dico che, bella com’è, può permettersi di telefonare al regista che vuole per girare un film.
Bellissima, statuaria, inarrivabile.
Esce, come in un’apparizione, dalla porta girevole dell’hotel Excelsior, Madalina Ghenea, attrice e modella di origini rumene.
Un vestito rosso avvolge il suo corpo che pare disegnato. Accessori tutti in tinta, coordinati. Immancabile la mascherina, che toglierà solo per le foto ufficiali. Graziosa e sensuale nei movimenti, si incammina verso il red carpet.
Riesco a scambiarci due parole, sembra gentile e cordiale. Ad un certo punto, parlando, afferma “mi piacerebbe fare un film con Sorrentino”. Ma alla mia risposta “chiamalo, vedrai che ti risponde”, reagisce con la frase di apertura.
Ricordiamo che la Ghenea lavorò già col famoso regista partenopeo nel film drammatico Youth, La Giovinezza. Nella pellicola, Madalina rappresentava appunto la florida gioventù, contrapposta alla ormai vecchiaia degli altri personaggi.
Il tempo di qualche foto, selfie, dedica e saluto, che lei procede con passo deciso verso la sfilata, quella vera, sul famoso tappeto rosso.
Chissà che Sorrentino non accolga la sua richiesta.