Aisa impianti, pagare a propria insaputa, quando la toppa è peggio del buco Posta in arrivo

0

Ancora una volta Aisa impianti, azienda del Comune di Arezzo che gestisce l’impianto di incenerimento di S.Zeno, cerca giustificazioni credendo che un comunicato stampa che gioca sulle parole serva a mascherare quella che è la realtà: un uso assolutamente discrezionale e, a nostro parere, improprio di risorse pubbliche, come sostenere un festival musicale, invece che, più produttivamente per la collettività, ad esempio, mitigare le tariffe TARI.

Dopo che ieri ho sottolineato il problema oggi l’azienda si tira fuori affermando testualmente “di aver deciso di aiutare l’Associazione Music, la stessa che organizza il Mengo Festival, a trovare un luogo adatto a un concerto. Una volta stabilito con l’associazione che l’azienda non avrebbe sostenuto finanziariamente il progetto“.

Peccato che proprio nel sito dell’organizzatore https://www.mengomusicfest. com/warehouse-decibel-fest/ si legga chiaramente come tra gli sponsor privati che hanno “contribuito”, non semplicemente collaborato, risulti chiaramente Aisa Impianti.

Crediamo che se è l’organizzatore stesso a dichiarare il beneficio economico ricevuto questo metta fine a questa stucchevole polemica.

Visto che sempre nel comunicato dell’azienda mi si invita provocatoriamente a visionare le fatture, confermo la mia assoluta volontà di farlo, quanto prima spero mi si consentirà di visitare gli uffici amministrativi per conoscere gli importi esatti della spesa a carico della comunità per i nuovi bidoni cosiddetti “intelligenti”, e le relative macchine operatrici per il loro svuotamento, che, nella realtà, non aiutano affatto a migliorare la qualità della differenziata, i costi per consulenze, le spese di rappresentanza, il motivo dei ben miseri ritorni per il materiale riciclato nonostante uno sbandierato aumento del materiale raccolto.

Con il prossimo voto gli aretini hanno l’occasione di cambiare completamente la governance dei servizi di competenza comunale, Patto Civico assicura sobrietà nella gestione, impegno massimo per migliorarne la qualità e ridurre la spesa a carico dei cittadini.

Daniele Farsetti  – Patto Civico Per Arezzo