EDILIZIA, SVILUPPO ECONOMICO, OCCUPAZIONE E TEMPI DI RISPOSTA DELL’AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

0

Il candidato sindaco Marco Donati: “Apriamo un confronto pubblico con gli altri candidati”. Proposta la costituzione di una conferenza dei servizi permanente con ufficio edilizia del Comune, Commissione paesaggistica, Soprintendenza e Genio Civile

AREZZO- Edilizia e celerità dei tempi di risposta, da parte dell’amministrazione pubblica, in termini di pratiche. “Ho raccolto subito l’appello lanciatomi pubblicamente dal presidente dell’Ordine degli architetti di Arezzo, Antonella Giorgeschi, la quale ha lamentato un tempo di attesa eccessivo per una pratica richiesta al Comune da un associato al suo ordine professionale” esordisce il candidato sindaco Marco Donati.

“È necessario ed urgente aprire fin da subito un dibattito sullo sviluppo economico di questa città, sulla capacità di risposta attesa da cittadini, imprese e associazioni. Arezzo deve tornare la città delle opportunità e in merito a questo propongo di organizzare, quanto prima, un incontro pubblico assieme agli altri candidati per affrontare i temi più urgenti legati alla crescita della città e all’occupazione. Inoltre, ho già avanzato agli ordini professionali di ingegneri, architetti e geometri la richiesta di confrontarci sulle problematiche che riscontrano nella loro professione e sui modi in cui un’amministrazione può rispondere in maniera più efficiente ed efficace. Credo sia opportuno farlo, per questo mi sono reso disponibile fin da subito interagendo direttamente su Facebook. La proposta politica che porto avanti con le liste civiche che sostengono la mia candidatura a sindaco, Scelgo Arezzo e Con Arezzo, prevede un’idea importante per questo ambito, anche se il problema segnalato da Giorgeschi è di certo più ampio”.

“È stato convertito in Legge il decreto rilancio che contiene alcune norme che possono essere, a mio parere, motore di rilancio dell’edilizia. La Legge, infatti, disciplina due importanti novità: un superbonus, pari al 110% del costo dell’intervento se questo riguarda il miglioramento energetico o antisismico di un edificio oltre alla possibilità di cedere il credito di imposta generato e non la semplice detrazione. Pensiamo, quindi, alle opportunità economiche legate all’attività edilizia, al lavoro dei professionisti e alla risposta che i cittadini potranno ottenere per migliorare le proprie abitazioni. Ma, quanto detto, vale a condizione che le spese dell’intervento si realizzino tra il primo luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.Occorre, quindi, che i Comuni e gli altri enti competenti velocizzino le procedure di esame e l’approvazione delle istanze presentate” spiega il candidato.

“La proposta che quindi faccio è la costituzione di una Conferenza dei servizi permanente che metta intorno allo stesso tavolo rappresentanti dell’ufficio edilizia del Comune, della Commissione paesaggistica, della Soprintendenza e del Genio Civile, in modo che le pratiche possano essere esaminate congiuntamente ed espressi pareri di competenza in maniera costante, rapida e in un’unica occasione, eliminando così i tempi morti che attualmente si riscontrano per l’emissione del parere da parte di ciascun ente sulle tante pratiche legate al settore dell’edilizia. Tempi che almeno in ottica comunale, non possono essere imputabili a dipendenti e funzionari, ma piuttosto al fatto che negli ultimi anni si è sentita la mancanza di una guida politica presente e attenta ai bisogni della città che investa nelle risorse umane dell’amministrazione comunale” conclude il candidato sindaco Marco Donati.