Il Passioni Festival prescrive la “cura dell’arte”. Poi Bocci, Mazzucco, Staino, Augias, Wikipedro, Giostra e Cristicchi

0

Domani, domenica 26 luglio, al via la kermesse culturale: prima giornata dedicata alle visite nei luoghi storici di cura di Arezzo realizzate dal Centro guide, gratuite per lavoratori della sanità pubblica. Da lunedì 27 a mercoledì 29 luglio le presentazioni all’interno dell’Eden di via Guadagnoli con sette grandi appuntamenti. Per quelli pre-serali è previsto l’ingresso unico per due eventi, nel rispetto delle normative anti-Covid

Un tuffo tra le perle nascoste del centro storico aretino, preziose perché legate alla cura delle persone. Da riscoprire grazie a un doppio tour, confezionato dal Centro guide. Storia e arte saranno protagonisti poi con Wikipedro. Ci saranno la grande letteratura, con Melania Gaia Mazzucco, la satira con Sergio Staino, le riflessioni tra scienza, attualità e filosofia di Corrado Augias, la Giostra del Saracino, con una serata dedicata, la musica e le parole di Simone Cristicchi. Scatta domani domenica 26 luglio 2020 l’ottava edizione estiva dell’Arezzo Passioni Festival, la rassegna culturale – ideata da Marco Meacci e realizzata con Mattia Cialini – che non si è arresa alla pandemia. Le presentazioni, in collaborazione con Officine della Cultura, sono in programma nella tradizionale cornice del cinema Eden di via Guadagnoli. Per gli eventi pre-serali, quelli che iniziano prima delle 21, è prevista prenotazione unica. In sostanza: ci sarà un unico ingresso, a partire dalle 18, per gli eventi pre-serali di lunedì 27 luglio (Wikipedro e Mazzucco, rispettivamente previsti alle 18 e alle 19) e per quelli di martedì 28 luglio (Staino e Augias, previsti alle 18,30 e alle 19,30). Si tratta di un obbligo a cui l’organizzazione deve attenersi nel rispetto delle normative anti-Covid, legata ai tempi di sanificazione della struttura. La kermesse è patrocinata dalla Regione Toscana e sostenuta da Atlantide Adv, Chimet, Feltrinelli Point Arezzo, Italpreziosi, ristorante La Pieve, Vogue Hotel, ristorante Antica Fonte, Ingram e Strada del Vino Terre di Arezzo (con la partecipazione delle cantine Il Borro, Fattoria La Striscia, Fabrizio Dionisio, I Vicini, Iviti, Famiglia Buccelletti winery Casali in Val di Chio, La Pievuccia, Buccia Nera, San Luciano, La Torre, Fattoria San Leo, Cantina dei vini tipici dell’Aretino e Fabbriche Palma).

E’ stato realizzato un denso programma di sette eventi da lunedì 27 luglio a mercoledì 29 luglio, a cui si aggiunge l’anteprima di domani, domenica 26 luglio, con la doppia uscita intitolata “L’arte si…cura”, due visite affascinanti con partenza alle 9 e alle 16 (ritrovo all’Eden) realizzate dal Centro Guide Arezzo, gratuite per gli operatori della sanità (e per i bambini fino a 12 anni) e con ticket a 5 euro per gli altri partecipanti. Per aderire è necessaria la prenotazione ([email protected] oppure 334 3340608). Per la tutela dei partecipanti (massimo 15 a gruppo) ogni tour sarà svolto in totale sicurezza con mascherina e sullo stile di un trekking urbano: si ammireranno diversi punti di interesse a ritmo sostenuto. Il tour durerà circa 3 ore e passerà attraverso i seguenti luoghi: Anfiteatro – Via della Società Operaia – Piazza San Jacopo – Piazzetta Sopra i Ponti, Corso Italia (facciata San Michele) – Pieve di Santa Maria – Piazza Grande – Piaggia San Bartolomeo – Piazzetta Crucifera – Vicolo delle Terme – Parco del Prato – Duomo – San Giuseppe (odierno ospedale) – Santissima Annunziata.

Il programma dei giorni successivi

Il resto del programma prevede per lunedì 27 luglio tre eventi in agenda, i primi due, come detto, con ingresso unico. Si comincia alle 18 con la star dei social Pietro Resta, in arte Wikipedro. Ex calciatore, viaggiatore curioso e appassionato, ora tornato nella sua Firenze. In Rete spopola grazie a video divulgativi sulla città, attraverso cui spiega luoghi storici, angoli nascosti, aneddoti e curiosità. Da queste esperienze di successo è nato il libro “Non sei mai stato a Firenze se…” pubblicato da Mondadori. Intervista di Marco Botti. Alle 19 è il turno della scrittrice romana pluripremiata Melania G. Mazzucco. Autrice di saggi, romanzi e reportage, ha vinto nel 2003 il Premio Strega con l’opera “Vita”, dopo essere più volte approdata in finale (per altro anche con il romanzo d’esordio del 1996 “Il bacio della Medusa”). I suoi libri sono tradotti in 23 paesi. Ad Arezzo presenta la sua ultima fatica letteraria, edita per Einaudi, “L’architettrice”. Intervista di Fedora D’Anzeo. Alle 21,30 l’Arena Eden si apre all’attore teatrale, cinematografico e di fiction umbro Marco Bocci (all’anagrafe Marco Bocciolini), celebre volto di serie tv come Romanzo Criminale, in cui veste i panni del commissario Scialoja, e di Squadra Antimafia, in cui interpreta il ruolo del vicequestore Domenico Calcaterra. Ad Arezzo presenta il film che lo vede all’esordio come regista “A Tor Bella Monaca non piove mai”, con protagonisti Libero De Rienzo e Andrea Sartoretti. Partecipano all’incontro Gianluca Curti, produttore, e Alessandro Perrella, post poduction manager. Modera Barbara Perissi. A seguire la proiezione del film.

Martedì 28 luglio triplo appuntamento all’Eden. Anche in questo caso, i primi due sono con ingresso unico. Alle 18,30 arriva il vignettista toscano Sergio Staino. Originario di Piancastagnaio, è laureato in Architettura, ha collaborato con i maggiori quotidiani italiani con le sue strisce satiriche. E’ il padre del celeberrimo personaggio Bobo. Ha lavorato anche per la televisione e il cinema. Ad Arezzo presenta “Quell’idiota di Bobo. In difesa del buonismo nella vita, nella satira e nella vita”, edito da La Nave di Teseo. Intervista di Enzo Brogi. Alle 19,30 ci sarà Corrado Augias, scrittore, autore e conduttore televisivo, giornalista: una figura contemporanea di spicco, dai molteplici interessi. Laureato in giurisprudenza, è stato corrispondente dall’estero. Ha scritto gialli, ha lavorato per il teatro d’avanguardia. Ha condotto numerose trasmissioni tv tra cui la celebre “Telefono giallo” su Rai 3. Più di recente ha condotto, sempre su Rai 3, “Città segrete”, “Quante storie”, “Enigma”, “Visionari” e “Le storie”, con cui ha affrontato i più disparati temi legati all’arte e alla cultura. Ad Arezzo presenta “Breviario per un confuso presente” (Einaudi) intervistato da Mattia Cialini. Alle 21,30 grande evento “Passione Saracino”, nell’anno in cui il Covid ha annullato sia l’edizione di giugno che quella di settembre della manifestazione aretina. Una serata che celebrerà la Giostra del Saracino e i suoi protagonisti, di ieri e di oggi, ma non solo: si parlerà anche di Palio di Siena. Sul palco, con il coordinamento del direttore di Teletruria Luca Caneschi, ci saranno Enrico Toti, esperto di Palio, Virginia Masoni, responsabile comunicazione confindustria Toscana Sud e autrice di trasmissioni Tv sul Palio su Canale 3, Alessandro Bandecchi, che della Giostra è stato regista, Luca Veneri, ex giostratore, Marco Giustini, appassionato di storia della città di Arezzo e della Giostra.

Mercoledì 29 luglio, sempre all’Eden, il gran finale dell’ottava edizione alle ore 21, 30 con Simone Cristicchi, cantautore, attore teatrale e scrittore romano, da tempo amico del Passioni Festival. Cristicchi, vincitore del Festival di Sanremo nel 2007 con “Ti regalerò una rosa”, ha all’attivo quattro album in studio, ha scritto sette libri ed è autore di sei spettacoli teatrali. Ad Arezzo presenta il libro “Abbi cura di me” (edizioni Sanpaolo), nell’ambito di un evento fra musica e parole. Modera: il giornalista e scrittore Massimo Orlandi.

I posti sono limitati a causa delle restrizioni delle regole anti Covid, è pertanto necessaria la prenotazione. Per gli eventi delle 21,30 è attiva quella online a 2 euro (ticket di 1 euro + 1 euro di prevendita), per gli altri l’ingresso è gratuito. Prenotazione eventi pomeridiani: 3388431111 oppure [email protected]officinedellacultura.org. Prenotazione online eventi serali: https://cinemaeden.ticka.it/ (biglietto unico). Per info: www.arezzopassionifestival.it, la pagina facebook Arezzo Passioni Festival, [email protected].