SCRUTINI DI FINE ANNO SCOLASTICO

0

Fine anno scolastico tempo di bilanci, scrutini, promossi, respinti ( politically correct ) bocciati suona male, rimandati a settembre ( una volta ) da lustri ormai a dopo il 20 agosto…tempo di valutazioni per antonomasia. Una volta chi seminava raccoglieva con soddisfazione a fine anno è ancora così? In questi giorni ho chiesto ad una esimia collega di quelle che i Presidi ops i DS adorano, non perché carina fisicamente ( anzi) per il suo  essere sempre costruttiva, disponibile, misurata nella verve la classica docente che tutti vorrebbero avere…non come tanti altri, scorbutici, paranoici e fiscali colleghi maschili incubo per i DS, usando un’espressione cruenta ( francesismo) quelli che vengono tacciati di essere un palo nell’orifizio per eccellenza!….ho chiesto come fosse andata, visto anche l’anno anomalo con la DAD ed il prolificare di tanti colleghi samaritani che per l’esclusivo il bene dei nostri figli li hanno costretti   a lunghe maratone davanti al PC per seguire le loro interessantissime e vispe lezioni anche in orari proibitivi…centrifugando la quiete familiare e non solo quella!

Dopo averla ascoltata in religioso Silenzium  “ con timbro di voce provato, amareggiato, sgomento” ho concluso in modo lapidario parafrasando il divin Dante: “…Non ragioniam di lor, ma guarda e passa “ La sua inattesa risposta è stata deflagrante…Certo, come espediente per non farsi spappolare il fegato…come soluzione quando capisci che le tue concezioni in un tale contesto si riducono ad elucubrazioni velleitaristiche. Quando capisci – continua la collega sempre piu’ adirata– che combatti contro i mulini a vento o i muri di gomma. Mi sono conficcata ( in modo autolesionistico)  i denti nella lingua per non dire una parola,  per non rendere ancora piu’ sgradevole queste operazioni di mistificazione che producono solo fumo atto a coprire ciò che fa della nostra istruzione l’ultima in Europa funzionale solo ad un sistema corruttivo basato sull’ignoranza…profonda! Non le Persone, ma questo sistema è profondamente disonesto perché altera la realtà. Scrutinio – continua l’interlocutrice – significa conta dei voti e dei risultati, non gonfiaggio in funzione di una cifra che se non raggiungi, la fai figurare sulla carta. Sono stata l’unica che non ha modificato un voto perché li avevo ponderati prima. Tutto il resto solo un’operazione di chirurgia plastica. Discente che aveva smesso di studiare, tutti 3 e 4 è stato artificiosamente sistemato per la promozione assicurata all’esame facesse anche scena muta.

C’è di fondo una logica egoistica e spregiudicata non certo di servizio ai nostri giovani e al nostro Paese…Non riesco ad abituarmi, anche questa volta sono uscita stravolta sgomenta, sono andata via prima ancora finissero nauseabonda. Anche s’era tardi sono andata all’Ipercoop a fare un po’ di spesa come soluzione di distrazione…” Ma se po’ fa così”? Non è la scuola ma la politica che deve cambiare per cambiare la scuola…mi chiedo: “ quante generazioni ancora ci vorranno”? E’ la solita Storia…continua!