Al via la variante alla Regionale 71 a Camucia: lavori per 15,5 milioni di euro

4
L'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli
Presto la pubblicazione del decreto della Regione Toscana che permetterà di indire la gara

A breve la Regione Toscana potrà bandire la gara per la realizzazione della variante alla Strada Regionale 71 nei pressi di Camucia, nel comune di Cortona.

L’annuncio è dell’assessore regionale alla viabilità ed infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli, che spiega: “Si tratta di un’opera che migliorerà la percorribilità e la sicurezza stradale, un altro importante passaggio del miglioramento della SR 71 su cui abbiamo investito tante risorse in questi anni. Il progetto prevede un nuovo tracciato stradale esterno ai centri abitati congestionati dal traffico di attraversamento. Il nuovo tratto stradale inizierà a sud dell’abitato di Camucia fino allo svincolo con il raccordo autostradale Bettolle – Perugia”.

Il quadro economico complessivo dell’opera è pari a 15,5 milioni di euro di cui 13 milioni derivano dal Fondo sviluppo e coesione Infrastrutture 2014 – 2020 (Asse tematico A- Interventi stradali), circa 320.000 dal Fondo sviluppo e coesione 2000 – 2006 e quasi 2,2 milioni di euro direttamente dal bilancio della Regione Toscana.

Verrà realizzato un tracciato alternativo all’attuale Regionale 71 di oltre 6 chilometri di lunghezza tra lo svincolo di Castiglione del Lago e la località Vallone, interamente a valle della linea ferroviaria, tra le località Mucchia e lo svincolo di Petraia del raccordo Bettolle-Perugia.

Il tracciato della variante alla Regionale 71 è stato suddiviso in tre tratti distinti: il primo dalla rotatoria in località Mucchia fino a quella in località Colonna, il secondo da quella alla rotatoria di connessione con la Provinciale 33 Riccio Barullo, il terzo andrà adlla rotatoria in località Le Caselle e Pietraia fino alla connessione con lo svincolo del RA6 Perugia Bettolle.

L’opera prevede anche interventi sulla viabilità locale per garantirne la continuità e la connessione con la nuova infrastruttura, attraverso la modifica di tratti di viabilità comunale e provinciale per consentirne la corretta immissione nelle intersezioni a rotatoria, nonché la realizzazione di complanari al tracciato ipotizzato, che garantiscano la continuità della viabilità vicinale e l’accesso alle proprietà limitrofe al tracciato stradale. L’inizio dei lavori è previsto per il prossimo anno.

“Un impegno che abbiamo mantenuto – ricorda Ceccarelli – nonostante il fabbisogno finanziario sia cresciuto con la redazione del progetto esecutivo che ha recepito le richieste provenienti dal territorio a totale carico della Regione. Una volta realizzata, la variante consentirà al Comune di limitare il traffico pesante nell’attuale SR71 a quello locale liberando i centri abitati attualmente coinvolti”.