Il fuoco nella palazzina Calcit. Intervento di Rossi tramite De Robertis

0

Un incendio ha interessato la palazzina ex CALCIT, ora adibita ad hospice, con i malati terminali trasferiti da tempo per problema covid19.

Si è verificato intorno alle ore 21,30 al piano meno uno della palazzina, nella seconda sala di emodinamica.

L’origine dell’incendio è ancora da definire, in base ad una valutazione preliminare i danni sembrano ingenti.

L’incendio ha interessato il livello dove si trova anche una sala operatoria, con il piano superiore interessato solo dai fumi.

Non sono state coinvolte persone o aree di degenza e nemmeno sostanze radiogene, né gas medicali pericolosi.

Domani l’attività dell’oncologia della palazzina Calcit sarà svolta alla 4’ scala 2’ piano. In questa seconda sala di emodinamica non erano previste attività per domani. Continua l’attività di emodinamica al IV piano quarto settore (c/o Utic).

Sospesa l’attività della senologia per domani.

                                        ————————————–
Appena saputo dell’incendio alla palazzina ex Calcit, la vicepresidente del Consiglio regionale Lucia De Robertis si è  messa in contatto coi vertici regionali “per avere la piena disponibilità della Regione ad intervenire  nei modi che si renderanno necessari e in accordo con la direzione dell’azienda sanitaria”.

“Ho appena parlato con il Presidente Rossi, che mi ha assicurato che la Regione farà la sua parte per consentire al direttore D’Urso di riattivare la sala di emodinamica danneggiata dalle fiamme di questa notte”

“Ringrazio il Presidente Rossi e l’assessore Saccardi per l’immediata  disponibilità  offerta – conclude De Robertis -, ancora più  apprezzabile in questo momento di emergenza in cui l’attenzione della sanità  è  prioritariamente dedicata al Covid19”.