Buoni spesa

0

Buoni spesa, 300 domande in 24 ore, burocrazia zero, ‘tutoraggio’ per chi non riesce a fare da solo, invio mirato a tutti coloro che sono in prima linea per sostenere chi è in difficoltà.

“Attiva la piattaforma a immediata accessibilità e servizio di assistenza nella compilazione dei moduli. La domanda può essere presentata fino al 10 aprile. Attenzione ai requisiti per l’accesso”

“Tempo zero per compilare la domanda, sostegno telefonico per chi non riesce a farlo, invio ‘personalizzato’ del link del Comune a tutti coloro che sono in prima linea e che possono conoscere persone in disagio a cui la misura è destinata: questo, in tre mosse, il piano del Comune di Arezzo per i cosiddetti ‘buoni spesa’. Ma non solo: coinvolgimento di tutte le associazioni di categoria perché la rete dei negozi sia ampia e diffusa.

La parola d’ordine è informare più persone possibili tra coloro che hanno diritto a questa opportunità. Per tale ragione ho inviato una mail a mia firma a chi da sempre rappresenta in città un presidio di aiuto e sostegno, dal volontariato alle pubbliche assistenze, dai sindacati all’esercito dei volontari singoli che in queste settimane stanno dando un contributo importantissimo. Nella mail vi è una breve nota sulle informazioni base e il link diretto al sito del Comune per poter compilare la domanda”.

Così commenta l’assessore Lucia Tanti il perfezionamento delle modalità per richiedere i buoni spesa, la misura di solidarietà alimentare prevista in questa fase di emergenza. Le domande vanno inviate non più per mail ma utilizzando direttamente la piattaforma web . La piattaforma consente un’immediata accessibilità, tuttavia, per le persone che incontrassero eventualmente difficoltà resta disponibile un servizio di assistenza telefonica per la compilazione del modulo, per richiedere informazioni e per esigenze di qualsiasi genere. Gli operatori rispondono ai numeri: 0575 377777 – 0575 377179 – 0575 377264.

Non cambiano il termine di presentazione, le ore 20 di venerdì 10 aprile, così come la successiva fase di controllo che il Comune effettuerà in merito alla veridicità delle dichiarazioni rese.

Ovviamente chi ha presentato già la domanda non deve preoccuparsi. Sono fatte salve tutte quelle giunte finora all’indirizzo di posa elettronica del protocollo del Comune.

La pagina dedicata ai buoni spesa nel sito del Comune di Arezzo è questa