Confermato il sequestro dei beni per gli ex amministratori di Banca Etruria accusati di bancarotta.

1

Si tratta del sequestro cautelativo dei beni, in attesa che sia infine una sentenza a quantificare se c’è stato danno e di quale importo.

intanto il Tribunale del Riesame di Arezzo, presieduto dal giudice Angela Avila, ha confermato la decisione emersa nel processo di primo grado e rigettato il ricorso dei legali degli imputati. Con una sola eccezione, per Alberto Bonaiti, ex membro del cda, la cui condizione dal punto di vista giudiziario e la cui consistenza patrimoniale sono risultate tali da non richiedere il provvedimento.

Destinatari del sequestro sono l’ultimo presidente Lorenzo Rosi, gli ex vice presidenti Giovanni Inghirami e Giorgio Natalino Guerrini, e  gliex membri del cda Federico Baiocchi De Silvestri, Piero Burzi, Giovan Battista Cirianni, Giampaolo Crenca, Giorgi e Alberto Rigotti. Analogo provvedimento contro l’ex presidente Giuseppe Fornasari e l’ex direttore generale Luca Bronchi era stato negato dal Gup Giampiero Borraccia.

Per le motivazioni dell’ordinanza si dovranno attendere trenta giorni, solamente allora i difensori potranno nuovamente impugnare il provvedimento in Cassazione.