Arezzo/Como (1-1). Un pareggio in zona Cesarini

0

Il pareggio al 96′ a pochi secondi dalla fine del recupero, lo firma Tassi, il migliore in campo insieme all’indiavolato Caso. E’ così che l’Arezzo evita per un pelo la sconfitta che sembrava ormai inevitabile

Como coriaceo, passa in vantaggio per un’indecisione della difesa amaranto: Baldan perde di vista Gabrielloni in area, colpo di testa dell’attaccante lombardo e rete dello 0-1. Il Como da quel momento si difende con ordine, senza mai rischiare.

Alla fine del primo tempo Gori salta tre difensori e in area viene falciato. E’ rigore. Calcia Cutolo, debole, e il portiere intercetta sulla sua destra.

Al 96’, quando ormai c’è rassegnazione alla sconfitta e il pubblico comincia già ad uscire, con la forza della disperazione avviene l’incredibile: lancio lungo di Ceccarelli, Gioè spizza di testa, Caso ancora di testa con respinta del portiere, tocca Tassi ed è il pareggio.

Resta l’apprensione per i tempi di recupero di Cutolo: vedremo oggi l’esito degli accertamenti.

AREZZO (4-4-2): 1 Pissardo; 16 Luciani (32′ st 14 Piu), 13 Ceccarelli, 27 Baldan, 19 Corrado; 7 Belloni (32′ st 17 Pandolfi), 8 F. Foglia, 29 Tassi, 20 Caso; 10 Cutolo (2′ st 23 Gioè), 9 Mesina (16′ st 21 Benucci).
A disposizione: 22 Daga, 3 Sereni, 5 Borghini, 15 Sbarzella, 25 Sussi, 30 M. Foglia, 37 Aramini.
Allenatore: Daniele Di Donato.

COMO (3-5-2): 1 Facchin; 5 Bovolon, 13 Crescenzi, 19 Sbardella; 7 Peli, 25 Marano, 14 Bellemo, 8 Celeghin (20′ st 18 Raggio Garibaldi), 21 De Nuzzo (34′ st 6 Iovine); 11 Gabrielloni, 9 Ganz (20′ st 32 Lanini).
A disposizione: 12 Bolchini, 22 Zanotti, 2 Toninelli, 3 Ferrazzo, 10 H’Maidat, 23 Kouadio, 24 Bianconi, 27 Loreto, 31 Cicconi.
Allenatore: Marco Banchini.
ARBITRO: Sajmir Kumara di Verona (Claudio Barone di Roma1 – Antonio Severino di Campobasso).
RETI: pt 23′ Gabrielloni; st 50′ Tassi.