SCAPECCHI (FORZA ITALIA): SU TURISMO E FIERA ANTIQUARIA, DA RALLI TANTE PAROLE E POCHI NUMERI… SBAGLIATI!

1
Ormai da un mesetto siamo bombardati da comunicati stampa del consigliere Ralli che dopo 4 anni e mezzo di silenzio, o quasi, sta provando ad accreditarsi come candidato Sindaco di Arezzo agli occhi dei cittadini.
Probabilmente dovrebbe prima farlo all’interno del suo partito, dato che ormai è noto che il PD vorrebbe candidare Ceccarelli, il quale però è altrettanto noto che ha intenzione di ricandidarsi in Regione Toscana.

Tornando all’iperattivismo di Ralli, che conoscevo come un bravo e stimato medico ma che nel frattempo sembra essere diventato un tuttologo, penso che a forza di scrivere tante parole sia saltato qualche numero.
Infatti, apprendo che secondo l’attuale capogruppo del PD si sarebbero tenute in 51 anni di storia della Fiera Antiquaria la bellezza di 2652 edizioni, vale a dire una a settimana. Finora devo essere stato distratto in quanto mi era sempre sembrato che la Fiera si tenesse una volta al mese…

È evidente che la foga di scrivere e di recuperare politicamente il tempo perso abbia portato a questo sfondone che non ha bisogno di ulteriori commenti.
Così come non c’è bisogno di commentare l’ennesima polemica sui banchi tirolesi che per un’edizione all’anno (su 12 Ralli, non su 52), richiede lo spostamento di alcuni banchi da Piazza Grande. Ormai non si lamentano nemmeno più gli antiquari, che dopo un comprensibile scetticismo iniziale hanno capito e beneficiato dell’enorme flusso di turisti che ha fatto bene anche alla Fiera.

Nel suo conteggio strampalato Ralli ipotizza 15 milioni di visitatori in Città in 50 anni di Fiera, in realtà questo numero rappresenta la stima dell’indotto economico diretto in euro delle prime 4 edizioni della Città del Natale (in aumento già per l’edizione da poco conclusasi), e sarà il numero di visitatori che la manifestazione ideata dall’assessore Comanducci porterà in 15 anni, sempre che nel frattempo non ritorni il PD a governare Arezzo.

In quel caso possiamo ipotizzare che la Città del Natale verrà chiusa ma in compenso avremo una Fiera Antiquaria a settimana.