Stop ai parcheggi “incivili” all’ospedale San Donato

0

Problema annoso che l’Azienda affronta in collaborazione con il Comune, grazie ad una apposita ordinanza. Ecco di cosa si tratta 

AREZZO – “Non è più accettabile vedere auto parcheggiate nei posti riservati ai disabili e alle ambulanze nell’anello esterno dell’ospedale. Con questa ordinanza del Comune di Arezzo, che ringrazio, la Polizia Locale potrà fare multe ai trasgressori, consentendo alle categorie più fragili di accedere al San Donato senza impedimenti”.

A parlare è il direttore generale della Sud Est Antonio D’Urso, all’indomani della pubblicazione dell’ordinanza comunale, la n 54 del 24 gennaio 2020, dal titolo “Regolamentazione della sosta nei parcheggi ubicati in via Maestrini e piazza Coradeschi a servizio del complesso ospedaliero”.

Si tratta di un problema annoso, che l’Azienda ha deciso di arginare con l’aiuto del Comune di Arezzo. L’anello esterno del San Donato, infatti, seppur regolamentato negli accessi dalla presenza delle sbarre, si configura come “area privata ad uso pubblico”.

In particolare, l’ordinanza prende in considerazione sia l’anello esterno (prevede 200 posti auto, di cui 29 riservati a veicoli che sono a servizio di persone disabili, 22 ai mezzi di soccorso e 8 ai pazienti in cura al reparto di Oncologia) che l’area di fronte al Pronto Soccorso, dove i posti auto, 19, sono riservati esclusivamente a mezzi di soccorso e ai disabili. Invece, succede spesso che vi parcheggino anche mezzi non autorizzati.

L’ordinanza è già in vigore.