ASSESSORE MILIGHETTI QUANDO LE ABBASSI LE TASSE AD ARTIGIANI E COMMERCIANTI ?

0

L’Assessore Milighetti affronta i problemi della finanza locale come se giocasse a Monopoli.  La sua ultima esternazione su tasse e tariffe mostra la scarsa serietà con cui affronta problemi importanti per la vita dei cittadini e delle imprese.  L’assessore sostiene che il 95 % degli utenti paga regolarmente mensa e trasporto scolastico e questo sarebbe dovuto al fatto che i cittadini sono contenti dei servizi offerti. Sulla contentezza abbiamo qualche dubbio visto che da più parti arrivano critiche alla organizzazione degli scuolabus, con tempi di percorrenza lunghissimi e partenze quasi all’alba. Lo stesso servizio mensa non è esente da critiche. La gente paga perché questi servizi sono servizi a domanda individuale, cioè uno s’iscrive e immediatamente paga ed è costantemente controllato. Questo è il motivo per cui la percentuale di “evasori” è bassa. Diverso il discorso sulla TARI. E’ vero che il servizio è erogato da terzi ma le bollette sono emesse dal comune, in conformità a un contratto di servizio, e spetta al comune fare i controlli. Sei Toscana non conosce gli utenti, conosce il comune che si è fatto garante del pagamento di un canone per i servizi che sono offerti. Che poi questi servizi siano spesso deficitari e scarsi dipende sicuramente da mancanze della SEI, ma anche dal tipo di contratto che è stato siglato. Per esempio da parecchio tempo sosteniamo che la raccolta differenziata, così come è fatta, costa troppo,  perché non si può applicare lo stesso criterio alle zone urbanizzate e alla campagna. Invece di giocare a Monopoli, Milighetti dovrebbe spiegare ai castiglionesi perché le tasse a Castiglion Fiorentino sono ancora al massimo, in particolare per IRPEF e per l’ IMU di artigiani e commercianti. Questo sarebbe un argomento da discutere.

PARTITO DEMOCRATICO DI CASTIGLION FIORENTINO