LA PROFEZIA DI INFORMAREZZO

8
Da molti anni su questo giornale alcuni commentatori si sono sperticati a gridare che le cose in Italia finivano male.
Da molti anni urlano che le cose non possono continuare così e che prima o poi arriveremo all’orto polli e fucile (Benedetto Croce).
Troppa corruzione, troppo tatticismo, troppe elezioni, troppe chiacchiere inutili e nessuna prospettiva per il futuro…insomma una tragedia.
Cassandre? Forse, ma Cassandra aveva ragione!
La delusione, l’incertezza sulle scelte, i vincoli, i lacci e laccioli, la tutela sfrenata delle minoranze con contestuale abbandono delle maggioranze, dicevano e urlavano, ci porterà nel baratro.
Lo ha capito anche Salvini che infatti chiede, spiazzando tutti, una sorta di comitato di salvezza pubblica per l’italia.
La Meloni si offende perché a lei Salvini non aveva anticipato niente.
Pazienza.
Salvini, piaccia o non piaccia e a me non piace, ha ragione da vendere perché bisogna agire  e subito.
Non come dice la Greta planetaria, ma come da anni dice Informarezzo.
Domenico Nucci