Paura in Toscana, serie di scosse di terremoto nella notte. Traffico ferroviario in tilt mentre incombe l’allerta meteo

0
Sono una settantina le scosse di terremoto che si sono verificate nell’area del Mugello, in Toscana, nelle ultime 12 ore, con la più forte di magnitudo 4.5 registrata dall’Ingv alle 4.37, avvertita fino a Firenze e Pistoia.
La prima scossa è delle 20.38 di domenica sera, quando gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato un 2.6 con epicentro Scarperia e San Piero. E i due comuni, assieme a quello di Barberino del Mugello, sono l’epicentro di tutte le altre scosse verificatesi fino alle 8 del mattino, nove delle quali di magnitudo superiore al 3 e 36 sopra 2.
Verifiche dei vigili del fuoco per controllare le strutture nella zona del sisma. Vi sarebbero danni ad edifici a Scarperia San Piero e a Barberino. Scuole chiuse in tutto il Mugello. Sospeso traffico ferroviario nel nodo di Firenze. Ripresa circolazione su linea alta velocità Bologna-Firenze. Prefetto Firenze: in Mugello non ci sono danni a persone. Sopralluogo del governatore Rossi. Mibact: unità di crisi al lavoro. Protezione civile: 70 scosse dalle 20:38 di ieri. Nardella: 70 fuori da casa, c’è paura ma situazione sotto controllo
Nodo ferroviario di Firenze in tilt
Italia spezzata in due sul fronte ferroviario in seguito alle scosse di terremoto registrate in Mugello che hanno portato alla sospensione del traffico ferroviario nel nodo di Firenze per verifiche tecniche sulle linee.
Sia l’Alta Velocità che i treni regionali hanno subito oggi forti ripercussioni con immensi disagi per i viaggiatori.
Sulla linea Av Milano-Napoli si registrano al momento ritardi di oltre due ore, e numerosi altri treni che transitano per il nodo di Firenze stanno accumulando forti rallentamenti con ritardi che superano i 140 minuti.
Una situazione che si ripercuote sugli utenti creando disagi evidenti:
CODACONS ha chiesto a Trenitalia e Italo di venire incontro ai viaggiatori, riconoscendo a chi è stato coinvolto nei ritardi odierni indennizzi sottoforma di bonus da utilizzare per l’acquisto di nuovi biglietti, pur in presenza di evento naturale non imputabile alla responsabilità dei due vettori, e come gesto di attenzione e sensibilità verso i propri clienti.
Prefetto Firenze: in Mugello non ci sono danni a persone In seguito alle scosse di terremoto che stanno interessando il Mugello “non c’è nessuna situazione di allarme, non ci sono danni a persone”. Lo ha reso noto il prefetto di Firenze, Laura Lega che è in contatto da stanotte con i vari sindaci del territorio. Inoltre stamani alle 7 la Sala Integrata di Protezione civile della Città Metropolitana e della Prefettura di Firenze ha aperto il Centro coordinamento soccorsi che tornerà a riunirsi a mezzogiorno. Secondo quanto spiegato dal prefetto al momento sarebbero oltre 25 gli interventi dei vigili del fuoco per crepe in alcune abitazioni ma i danni registrati in alcuni edifici “non sono particolarmente gravi”. Sono state 36 le scosse di terremoto che si sono verificate nell’area del Mugello nelle ultime 12: la più forte di magnitudo 4.5 registrata dall’Ingv alle 4.37 con epicentro nel comune di Scarperia e San Pietro (Firenze). A scopo precauzionale è stata decisa la chiusura delle scuole in tutti i comuni mugellani. Verifiche tecniche anche negli altri edifici pubblici, compresi gli ospedali, e lungo le arterie stradali.