Olio, produzione a picco: chiesto lo stato di emergenza

0

Confagricoltura: “Il raccolto è andato molto peggio delle previsioni”

Produzione a picco, aziende agricole e frantoi in ginocchio: i dati raccolti da Confagricoltura al termine della raccolta delle olive si sono rivelati ben peggiori delle già nefaste previsioni. “Basta un numero per descrivere la situazione drammatica – dice Orlando Pazzagli, presidente della sezione olivicoltura di Confagricoltura Toscana -. Lo scorso anno abbiamo raccolto dai nostri associati 1.200 quintali d’olio, quest’anno poco più di 500”.

I produttori adesso sperano che si concretizzino presto le misure richieste al ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova nell’incontro dello scorso 4 dicembre: dichiarare lo stato di crisi del settore olivicolo e intervenire con misure a sostegno della liquidità di aziende produttrici e frantoi. I produttori di olio chiedono anche che venga confermata la cifra di 5 milioni di euro a sostegno delle aziende olivicole con il decreto ministeriale previsto nel pacchetto emergenze, ancora da pubblicare.