Spacciatore sudamericano nascondeva nel soffitto della cantina la cocaina: arrestato

0

Nella mattinata odierna, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Arezzo, in collaborazione con i colleghi del locale Ispettorato del Lavoro, hanno tratto in arresto un giovane trentenne di origini sudamericane per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo con alcuni piccoli precedenti penali, già posto sotto attenzione dagli inquirenti, era bloccato alle odierne ore 10 circa in una strada del centro città, mentre a piedi usciva dalla propria abitazione e tranquillamente si avviava a prendere la macchina.

Immediatamente fermato ed informato del motivo del controllo, era sottoposto ad un minuziosa perquisizione personale e domiciliare con esito positivo. Infatti, dopo alcuni minuti di ricerche, i militari in un angusto locale seminterrato di pertinenza dell’abitazione, occultato in una fessura dell’intercapedine del soffitto recuperavano un involucro in plastica di colore rosso con all’interno diverse dosi di cocaina già confezionate e pronte per lo spaccio.

Vista la situazione, la perquisizione era subito estesa anche ad un altro appartamento della periferia di Arezzo nella disponibilità del cittadino straniero.

Anche in questo caso, nascosti tra i vestiti dell’armadio della camera da letto erano recuperati ulteriori dosi di cocaina, anche queste pronte per la vendita.

Inoltre, i carabinieri sequestravano al ragazzo del denaro per un totale di euro 400, ritenuto frutto dell’illecita attività.

Lo stupefacente ed il contante erano sottoposti a sequestro. L’arrestato al termine degli atti di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Arezzo, in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.