Due arresti eseguiti dai Carabinieri nel Valdarno Aretino

0

Intensa attività per i Carabinieri nella giornata di ieri poiché oltre a garantire il controllo del territorio ed a mantenere l’ordine pubblico, di concerto con le altre forze di polizia, nelle varie manifestazioni svoltesi nel Valdarno Aretino, i militari dell’Arma hanno dapprima dato esecuzione ad un ordine di custodia cautelare in carcere emesso nei confronti di un pregiudicato italiano con che doveva ancora scontare cinque anni e sei mesi di carcere per “rapina” ed “estorsione” e successivamente hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di un pregiudicato nigeriano. Il primo dei due soggetti è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Levane i quali, coadiuvati dall’equipaggio Radiomobile della Compagnia di Arezzo, hanno sorpreso il malvivente mentre si recava presso l’ospedale di Arezzo per incontrate un suo caro; mentre il secondo, ormai da tempo sotto la lente di ingrandimento dei tutori della legge, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Montevarchi supportati dall’equipaggio Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno, che dopo approfondite perquisizioni hanno scoperto come l’arrestato fosse in possesso di ben ventitré dosi di eroina già confezionate e pronte per la vendita al dettaglio, peraltro diciotto di queste erano nascoste all’interno di un coniglio di peluche, nove cellulari ed un tablet con cui lo spacciatore teneva la corrispondenza con i suoi clienti, del bicarbonato di sodio utilizzato per tagliare le dosi di sostanza stupefacente ed un bilancino di precisione per dosare la droga una volta confezionata. Entrambi i soggetti sono ora ristretti alla casa circondariale di Arezzo.