Il servizio “Se non lo vedo, chiamo” si perfeziona: tablet gratuiti in tutte le materne comunali

0

Lucia Tanti: “al centro di tutto ‘scuole sicure’. In arrivo la app per controllare gli ingressi. In attesa che la legge Meloni sia operativa”

È stato da tempo attivato nelle scuole comunali il servizio “Se non lo vedo, chiamo” per controllare gli ingressi, in particolare nei nidi, ed evitare il dramma dei bimbi dimenticati. “Il servizio ha funzionato perfettamente – sottolinea l’assessore alle politiche sociali e scolastiche Lucia Tanti – grazie al personale educativo e alle famiglie che oggi possono contare sulla telefonata che ‘salva la vita’. Tuttavia vogliamo potenziare e migliorare questo servizio accorciando i tempi di avviso e utilizzando al massimo le nuove tecnologie, così che la chiamata ai numeri di emergenza comunicati dai genitori possa avvenire nel più breve lasso possibile e che ogni errore umano sia azzerato. Per questa ragione, grazie al progetto promosso da Regione Toscana e Anci, saremo nelle condizioni di dotare entro l’anno tutte le scuole materne comunali, sia a gestione diretta che date in appalto, di un tablet in grado di facilitare il lavoro degli educatori. Ai genitori basterà scaricare una semplice app nei dispositivi in loro possesso per essere interconnessi e ricevere una notifica. Arezzo è oramai sinonimo di ‘scuola sicura’ ma così potenziamo il già ottimo livello di controllo perché su questo tema non saremo paghi fintanto che l’obiettivo sicurezza 100% non verrà conseguito. Ovviamente, ulteriore efficacissima soluzione sarà l’applicazione a tappeto delle norme della legge Meloni che prevedono l’installazione obbligatoria dei dispositivi anti-abbandono nelle auto”.