A piedi da Canterbury a Roma con sosta ad Arezzo per il Calcit

0

Giovanni Firpo, regista teatrale, organizzatore di eventi e con una laurea in antropologia, appassionato di pellegrinaggi da quando ha fatto il Camino de Santiago nel 2009.

Quella esperienza lo ha portato ad affrontare la vita in modo diverso, facendogli scoprire la lentezza, la costanza e la perseveranza come valori fondanti del mondo artistico, professionale e personale.

Dopo dieci anni dal Camino, ha voluto regalarsi il sogno della Via Francigena, un itinerario ricco di storia che si snoda tra 4 nazioni e taglia in due l’Europa, un pellegrinaggio che nasce sulle orme del Vescovo Sigerico di Canterbury nel 990 d.c.

Un viaggio a piedi per oltre 2000 km dall’Inghilterra alla Francia, passando per la Svizzera fino ad arrivare nel cuore d’Italia.

La Via Francigena è un itinerario culturale europeo con una tradizione di pellegrinaggio millenaria. Si snoda da Canterbury (Inghilterra) passando per Arras, Reims e la regione dello Champagne, Besançon (Francia), Losanna e il Colle del San Gran Bernardo (Svizzera), Aosta, Ivrea, Vercelli, Pavia, Piacenza, Fidenza, fino ad entrare in Toscana dal passo della Cisa per toccare Lucca, San Miniato, la Val d’Elsa, Siena e la Val d’Orcia e proseguire nel Lazio da Viterbo a Roma. Il tracciato ufficiale segue le note del Vescovo Sigerico di Canterbury, che nel 990 annotò le tappe che percorse per andare a ricevere direttamente dalle mani del Papa il pallio vescovile.

Alle 18 sarà ad Arezzo, in Piazza San Jacopo per un saluto e un abbraccio col presidente del Calcit Arezzo!  Giovanni Firpo e CALCIT Arezzo si uniscono nello stesso messaggio: “Un piede dopo l’altro per raggiungere l’obbiettivo più importante. Con una piccola donazione puoi sostenere la lotta contro i tumori. Dona subito, e tutti insieme, un piede dopo l’altro, riusciremo a vincere anche questa battaglia!”