Il Comune di Arezzo aderisce al progetto “Nati per la musica”

0

In collaborazione con biblioteca, associazione pediatri, Unicef e Università di Siena. L’assessore Tanti: “Musica, lettura, ambiente assi portanti nell’educazione dei bambini”

Il Comune di Arezzo ha aderito al progetto “Nati per la musica”, che si propone di sensibilizzare bambini, genitori, educatori scolastici sull’importanza della musica nello sviluppo della personalità a partire dall’infanzia. Il protocollo cui ha aderito il Comune prevede la partecipazione della biblioteca Città di Arezzo, dell’associazione culturale pediatri, dell’Università di Siena e dell’Unicef rappresentata dal dottor Giovanni Poggini, membro del consiglio direttivo nazionale.

Questa adesione segna una nuova tappa del percorso che era stato avviato dall’amministrazione con il progetto “Nati per leggere”, anch’esso rivolto ai piccoli in età prescolare e finalizzato a stimolare la lettura e l’ascolto nei bambini grazie ai libri messi a disposizione dalla biblioteca.

L’assessore Lucia Tanti ha messo l’accento sulla “alleanza per le politiche dell’infanzia e della famiglia sancita da tempo tra il Comune e la biblioteca, con il sostegno dell’Università di Siena. Rispetto per l’ambiente, lettura, musica sono assi portanti nell’educazione dei bambini in età 0-3 anni e rappresentano un modello che l’amministrazione vuole incentivare, anche per assicurare una crescita uniforme della sensibilità di istituzioni, scuole e famiglie su questi temi”.