BOMBA D’ACQUA A BIBBIENA: ALLAGAMENTI ALLA SCUOLA MATERNA DI BIBBIENA STAZIONE, UNA TASK FORCE PER METTERE IN SICUREZZA

0

Presente l’Assessore Matteo Caporali: “Da domani cercheremo di capire meglio i danni anche dei privati. Adesso la situazione è sotto controllo su tutto il territorio. Situazioni meteorologiche sempre più dure e imprevedibili”.

Bibbiena è stata colpita nel primissimo pomeriggio da una violenta bomba d’acqua che ha causato non pochi problemi a viabilità ed immobili. A darne notizia è l’Assessore Matteo Caporali che a fine mattina aveva organizzato una riunione plenaria con tutto il personale della manutenzione e che ha assistito in diretta ed è stato pii coinvolgo nella macchina degli aiuti. Oltre alle strade allagate che comunque hanno dato i problemi minori, il violentissimo temporale ha allagato la Biblioteca di Bibbiena, molte delle strutture scolastiche del comprensorio e in particolare la scuola dell’Infanzia di Bibbiena Stazione e la Piscina comunale. Alla materna di Bibbiena Stazione si è resa necessaria la presenza di tutto il personale scolastico richiamato dalla Dirigente e quello della Manutenzione del comune di Bibbiena compreso lo stesso Assessore. La squadra ha lavorato fino alle 16,30 per ripulire e asciugare i locali compromessi dall’acqua.

Un’auto è rimasta bloccata nel sottopasso di Bibbiena completamente allagato, fortunatamente senza conseguenze per il conducente. Tutte queste situazioni hanno richiesto anche l’intervento dei Vigili del Fuoco.

L’Assessore Matteo Caporali è rimasto per tutto il tempo in contatto continuo con la Prefettura di Arezzo.

Caporali commenta: “Adesso la situazione è tornata alla normalità, ma ci sono stati momenti di grande tensione, visti gli innumerevoli disagi che abbiamo dovuto affrontare. Nonostante tutto non si è reso necessario attivare il Coc visto che tutta l’emergenza è stata gestita in team e in modo corretto, coadiuvata anche dalla Prefettura. Domani sarà una giornata dura, perché anche come Comune dovremo fare la conta dei danni e definire poi un piano di intervento. Con queste situazioni meteorologiche sempre più estreme e soprattutto non prevedibili fino in fondo non è facile agire. Bombe d’acqua come quella di oggi non sono situazioni conosciute e gestibili con i mezzi di sempre. Purtroppo oggi avevamo un’allerta gialla, mentre ieri era arancione; ieri non c’è stato niente di preoccupante, oggi abbiamo avuto una pioggia talmente forte e duratura da allagare strade, scantinati e scuole. La situazione, come dire, viene vissuta al momento e tutto questo è davvero difficile. Per oggi la situazione è stata riportata alla normalità, come ho detto, domani dovremo metterci a fare la conta”.